Due italiani arrestati in Thailandia

Due giovani turisti italiani di 18 e 20 anni sono stati arrestati nella città thailandese di Krabi, situata nel sud della Thailandia, dopo aver incautamente strappato e gettato a terra alcune bandiere thailandesi: ora rischiano due anni di carcere.

A confermare la notizia è la stessa polizia thailandese, la quale però non ha fornito ulteriori dettagli sulle generalità dei due giovani, ma ha fatto sapere che i due italiani compariranno davanti al tribunale militare di Surat Thani. Intanto i due italiani sono stati costretti a scusarsi tramite un video.

L’ambasciata italiana presente a Bangok sta seguedo con la massima attensione l’evolversi del caso e si tiene in costante contatto con le due famiglie. I due italiani, chiamati dai media thailandesi con i nomi di Tobias (20) e Ian (18) sono stati identificati grazie alle immagini di un video di una telecamera di sorveglianza, video che mostra i due intenti a strappare 5 bandiere thailandesi dalle tende di alcuni negozi nella città di Krabi, lo scorso sabato sera. Sono stati arrestati mentre si trovavano nella loro guesthouse.

I due italiani hanno affermato che erano ubriachi e tramite un video diffuso su YouTube e ripreso dalla stazione di Polizia di Krabi, hanno dichiarato: “Siamo davvero dispiaciuti, non sapevamo della legge che protegge la bandiera”. 

Sognatore per antonomasia, ritiene che la verità vada ricercata e non creduta per sentito dire. Appassionato di testi antichi i quali ritiene vadano letti per ciò che raccontano, senza volerne alterare il significato, con figure retoriche inesistenti, per veicolare una verità che non esiste. Poeta spesso malinconico. Ama definirsi "Destista"