Italo, arriva la tratta Milano – Venezia: nuove corse per l’alta velocità

Novità sul fronte dell’Alta Velocità in Italia; la compagnia ferroviaria Italo arriva infatti sulla tratta Milano-Venezia, fino ad ora esclusivo appannaggio della concorrente Trenitalia. Italo ha infatti acquistato dodici nuovi treni, per una spesa complessiva di 1,2 miliardi di euro. I treni saranno pronti entro un anno. Saranno dodici convogli da sette carrozze ciascuno, con una velocità massima di 250 chilometri orari.

Questo il commento di Gianbattista La Rocca, direttore generale di Ntv (la proprietaria di Italo), alla presentazione dei nuovo convogli nello stabilimento che li produce, cioè alla Alstom di Savigliano. “Ntv  si conferma azienda giovane, con una età media dei propri dipendenti di 31 anni. Dove crescerà Italo? Subito sulle tratte Torino-Milano-Venezia e anche sulla Verona-Bolzano. Abbiamo anche allo studio Venezia-Udine-Trieste e Roma-Genova via Firenze”.

Da Gennaio 2018, dunque la “guerra” Trenitalia-Italo si allargherà a un nuovo fronte di battaglia. Da non molto infatti la compagnia di Montezemolo e soci è approdata a Brescia; da qui, il passo per Venezia sembra naturale, per poi magari arrivare anche a Trieste, come ammesso dallo stesso La Rocca. In questo modo si coprirebbe tutto il Nord Italia: cioè Torino-Milano-Brescia-Venezia- Trieste, una sorta di corridoio parallelo alla autostrada A4. Una rotta delle più ricche dal punto di vista commerciale.

Ma a beneficiarne potrebbero essere anche i pendolari. Da quando infatti Italo è approdato a Roma Termini, il prezzo della tratta con Milano è sceso sensibilmente; ciò potrebbe ovviamente ripetersi anche con la tratta Milano-Venezia.

L’alta velocità infatti è per l’Italia un settore di eccellenza, ed è tra i pochi a non conoscere crisi. Tra l’altro, la commessa per i nuovi treni avrà anche un indotto positivo sull’occupazione, con l’assunzione di 15o persone da parte di Italo nel 2017.