Paralimpiadi invernali 2018, atleti Russia esclusi per Doping

Paralimpiadi invernali 2018, atleti Russia esclusi per Doping

Non si arrestano le polemiche attorno alla vicenda del presunto doping di Stato da parte della Russia. L’ennesimo capitolo di questa telenovela è andato in scena oggi: infatti, il Comitato paralimpico russo ha annunciato che gli atleti russi saranno esclusi dalle Paralimpiadi invernali di Pyeonchang 2018 per scelta del Comitato paralimpico internazionale.

Le motivazioni di una così forte scelta risiedono nel fatto che non si sono ritenute adeguate le contromosse della Russia per contrastare il presunto doping di Stato. Il comitato paralimpico russo ha annunciato che i suoi atleti non interromperanno la preparazione all’evento, segno che non tutto è perduto. Oramai è tanto tempo che questa storia, partita dall’atletica, sta imperversando sull’intero sport russo. Anche dallo stesso governo russo sono arrivate parziali conferme delle falle nel sistema dei controlli, ma è sempre stata negata l’ipotesi di un ”sistema istituzionale” per favorire e coprire l’utilizzo di sostanze dopanti da parte degli atleti russi.

Molti hanno dato una lettura politica di questo scandalo, affermando che per l’Occidente sia solamente un modo come un altro di attaccare la potente Russia di Putin, ma è un punto di vista abbastanza azzardato. Colpire degli atleti senza prove certe di responsabilità individuali appare un provvedimento immotivato e, come successo in estate per le Paralimpiadi estive, sono previste tante polemiche

Paralimpiadi invernali 2018, atleti Russia esclusi per Doping ultima modifica: 2017-01-31T20:03:47+00:00 da Emanuele Terracciano