Pensioni, le News di oggi (29 gennaio 2017): Ape Sociale e Quota 41 ai Disoccupati

APE, Novità: pensione anticipata per lavori usuranti

Le ultime notizie su pensioni e Riforma arrivano riguardo ad argomenti quali l’Ape Sociale e la Quota 41 in relazione ai disoccupati, ossia a quella categoria di lavoratori che hanno perso il posto di lavoro in seguito a licenziamento, e che hanno esaurito da oltre tre mesi l’intera durata degli ammortizzatori sociali.

La Legge di Bilancio, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale parla chiaro, e conferma due gevolazioni previdenziali per i lavoratori che hanno perso il lavoro. Questi potranno, dal 1 maggio 2017, usufruire dell’Ape Sociale, a patto che abbiano compiuto 63 anni di età con un minimo di 30 anni di contributi. Oppure, uscire con 41 anni di contributi, a prescindere dall’età anagrafica, a patto di aver svolto almeno 12 mesi di lavoro effettivo prima dei 19 anni. In tutti e due i casi, non si sarà alcun tipo di penalità sulla pensione.

Ad ogni modo, gli unici lavoratori che potranno usufruire di questa opportunità, saranno coloro che risultano disoccupati con cessazione del rapporto di lavoro in seguito a licenziamento, dimissioni per giusta causa o risoluzione consensuale e che abbiano concluso la prestazione di disoccupazione a loro spettante, da almeno tre mesi. L’Ape Sociale ad ogni modo consisterà in un trattamento assistenziale interamente a carico dello Stato, entro il tetto di 1500 euro lordi al mese.

Pensioni, le News di oggi (29 gennaio 2017): Ape Sociale e Quota 41 ai Disoccupati ultima modifica: 2017-01-29T11:24:54+00:00 da Valentina Addesso