Pensioni, le News di oggi (31 gennaio 2017): Opzione Donna e Ape

In tema di pensioni tutto si ferma in attesa dei decreti attuativi in programma per betà febbraio, ma molto c’è ancora da dire su Opzione Donna, l’eventuale revolca al 31 dicembre 2018 e le voci che parlano di una sorta di Ape al femminile come prossima novità.

Grazie alla riforma delle pensioni approvata nella Legge di Stabilità 2017, è stata estesa la possibilità dell’Opzione Donna anche alle lavoratirici, in possesso degli altri requisiti, nate nell’ultimo trimestre del 1957 e del 1958 che possono usufruire quindi della possibilità di andare in pensione anticipata. Nella manovra previdenziale, però, non è stata accolta la richiesta avanzata dal Movimento Opzione Donna di proroga della scadenza al 31 dicembre 2018. In questo modo resterebbe un vuoto per tutte quelle donne che che hanno perfezionato o perfezionerebbero i requisiti dopo il 31 dicembre 2015. Un’ultima speranza di proroga al 31 dicembre 2018, esiste grazie alla presentazioni di alcuni emendamenti al decreto Milleproroghe, quindi c’è ancora qualche possibilità.

Nel caso non venga accettata la proroga al 31 dicembre 2018, c’è la remota possibilità che venga pensato una sorta di Ape al femminile, una pensione anticipata che passi dal riconoscimento dei lavori di cura in termini di anni contributivi da addizionare a quelli effettivamente prestati. La misura sarebbe rivolta a tutte quelle donne che svolgono un doppio lavoro fra casa e fuori casa, quindi potenzialmente a tutte le donne. Ma queste ultime sono soltanto possibilità per nulla confermate. Per avere ulteriori notizie, bisognerà dunque aspettare.

 

Pensioni, le News di oggi (31 gennaio 2017): Opzione Donna e Ape ultima modifica: 2017-01-31T10:21:15+00:00 da Valentina Addesso