Attualità

24 ore per il Signore 2019, Mons. Fisichella: “il perdono è il segno dell’amore”

Tutto pronto per il consueto appuntamento quaresimale “24 per il Signore”, giunto ormai alla sesta edizione. L’evento organizzato dal Pontificio Consiglio per la promozione della nuova Evangelizzazione, consiste in una celebrazione penitenziale che avrà luogo il prossimo 29 marzo alle ore 17:00 all’interno della Basilica Vaticana. Quest’ultima di consueto sarà presieduta da Papa Francesco il quale presiederà il Rito per la Riconciliazione di più penitenti con la confessione e l’assoluzione individuale.

Riflessione e Penitenza

Questa interessante iniziativa nasce ben cinque anni fa in quel di Roma ma pian piano ha cominciato ad espandersi in tutto io mondo da est ad ovest e da nord a sud. Ma di cosa si tratta ? È un momento di riflessione, di concentrazione che viene espletato durante la quaresima. Durante questa giornata, i fedeli si possono riunire all’interno di una chiesa della propria diocesi per mettersi in adorazione, fare un esame di coscienza ed infine confessarsi. La scelta della giornata non è a caso, l’appuntamento infatti arriva in concomitanza con la Quarta domenica di Quaresima, più comunemente detta “Dominica in Laetare”.

24 ore “con” il Signore 2019

Ad annunciare l’appuntamento per il 2019 è stato lo stesso Papa Francesco durante la consueta udienza del mercoledì: “Come ogni anno – spiega il Santo Padre – venerdì e sabato prossimi, ci incontreremo per la tradizionale iniziativa: «24 ore per il Signore». Venerdì, alle ore 17.00, nella Basilica Vaticana, celebrerò la Liturgia Penitenziale. Quanto sarebbe significativo che anche le nostre chiese, in questa particolare occasione, fossero aperte a lungo, per chiedere la misericordia di Dio ed accoglierla nel Sacramento del Perdono”. Così da nord a sud della penisola si svolgerà questo appuntamento che riunisce spiritualmente tutti i credenti.

Il tema per il 2019

Per quanto riguarda la parte pratica, ad occuparsene è Mons. Rino Fisichella il quale ai microfoni di

Rinofisichella01
Mons. Rino Fisichella

Vatican News ha così risposto: “C’è bisogno sempre di perdono, perché il perdono è il segno dell’amore. Se non avessimo la dimensione del perdono significherebbe che in qualche modo viene anche meno la dimensione dell’amore, perché nessuno di noi è perfetto. Ognuno di noi sa che alla fine ha bisogno di essere perdonato e di diventare a sua volta strumento per gli altri. Ma il perdono è il culmine dell’amore. Quando si ama, non solo si prendono le colpe su di sé, ma si è anche disposti a fare in modo tale che la persona amata possa di nuovo riprendere una vita di comunione, di relazione piena, perfetta. “24 Ore per il Signore” testimonia proprio questo”. Dunque, il tema centrale di questa “24 ore per il Signore 2019” è il seguente:“Neppure io ti condanno”.

 

 

Tag

Giovanni Azzara

Studente in Teologia, appassionato di tutto ciò che riguarda la storia, in particolare quella della Chiesa e anche di giornalismo. Sognatore e visionario, speaker radiofonico e amante dell'arte in generale. Il mio sogno ? Diventare vaticanista! Twitter: @Azzarag91

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close