Politica

Accordo Lega-Movimento 5 Stelle: gli italiani ci credono

Secondo un recente sondaggio politico, condotto per la trasmissione ‘otto e mezzo‘, il settanta percento degli italiani crede che il Governo si farà. Il venti percento degli intervistati pensa che si ritornerà presto al voto e l’undici percento non sa.

In particolare il trentatré percento degli italiani preferirebbe un accordo tra Movimento Cinque Stelle e Lega, che sembra l’unica strada percorribile per un esecutivo più in linea con le preferenze espresse dagli elettori il quattro Marzo. 

Le due forze politiche principali, Lega e M5S, sembrano condividere molti punti dei rispettivi programmi, come il rapporto conflittuale con l’Unione Europea oppure la gestione del fenomeno migratorio che, negli ultimi anni, ha colpito il nostro Paese. Non sembrano invece completamente compatibili le posizioni in tema economico, perché il Movimento ha costruito la sua campagna elettorale sul tema del reddito di cittadinanza, mentre il centro-destra ha promesso la famosa flat-tax. Salvini ha quindi sostenuto posizioni di destra liberale ed ha preferito parlare a quelle piccole e medie imprese che vorrebbero una tassazione inferiore a quella attuale. Di Maio invece ha preferito garantire uno Stato assistenzialista e attento alle fasce più povere, toccando temi molto più cari alla sinistra che al centro-destra. D’altra parte dove saranno mai andati gli elettori persi del centro-sinistra?

L’intesa non è delle più semplci ma possibile, perchè entrambe le forze nutrono lo stesso sentimento di rivalsa verso l’attuale establishment democratico e incarnano perfettamente il pensiero della maggioranza degli italiani, ma a quanto pare le ricette che vorrebbero attuare non sono esattamente le stesse. Riusciranno davvero a trovare una soluzione?

Al momento le trattative sono in corso, Salvini manda segnali di apertura al Movimento dando per scontata la sua premiership ed invitando il Quirinale a prestare attenzione alle prossime regionali: Sarebbe una bella vittoria, afferma. Propone anche una bozza di programma comune che riassume con le seguenti parole: giù le tasse, via la legge Fornero, controllo delle frontiere ed espulsione clandestini. Apre anche al reddito di cittadinanza a patto che si rispettino delle condizioni. Se è un investimento temporaneo per chi ha perso il lavoro ed è in attesa di trovarne uno nuovo ne possiamo parlare, dice il leader della Lega.

Contemporaneamente il Movimento si batte per la premiership Di Maio smentendo alcune voci circa un programma di riserva con il Partito Democratico, nonstante i tentativi di dialogo messi in atto da Orlando e Franceschini.

Tag

Alessandro Carrese

Creo, perfeziono e imparo. Sempre.Twitter: @alex_carrese Blog: alexcarrese.wordpress.com
Back to top button
Close
Close