Allarme Vesuvio, vulcanologi: “possibile eruzione”

Allarme Vesuvio, vulcanologi:

Allarme Vesuvio. Dopo ben 71 anni il mastodontico vulcano potrebbe tornare in attività ed eruttare. A confermarlo sono stati due vulcanologi italiani, Giuseppe Mastrolorenzo e Lucia Pappalardo, dopo studi effettuati sul famoso vulcano presente sul Golfo di Napoli. La causa è presto detta: una sacca magmatica ospitata in una caldera a una profondità di 10 chilometri tra il Vesuvio e i Campi Flegrei potrebbe risalire in superficie dando luogo a una eruzione.

Come rivelato negli ultimi studi effettuati sul vulcano dal 2000 al 2012, il suolo si sarebbe sollevato di almeno 20-30 centimetri nell’area interessata dal Vesuvio. In questo periodo si sono verificati anche micro terremoti, fumaroli e molteplici casi di bradisismo flegreo. Gli studiosi avvertono, se non si dovesse intervenire e creare un nuovo piano d’emergenza, a rischio milioni di persone campane. Lo scoppio del Vesuvio potrebbe avvenire fra 10 anni, un tempo che sembra lungo e duraturo, ma davvero breve se non si interviene subito.

Leggi anche 

Condividi