Attualità

Angelus oggi 31 dicembre 2017: “Vangelo apre nuove strade per famiglie”

Oggi 31 dicembre, l’ultimo giorno di questo 2017. Un anno costellato da tanti eventi belli e brutti, un anno ricco per Papa Francesco, il quale proprio quest’ultimo ha celebrato stamane, l’ultimo Angelus del 2017. La “Famiglia di Nazareth” al centro della consueta riflessione prima dell’Angelus, quella famiglia che: “cresce insieme nell’amore reciproco e nella fiducia in Dio”.

La presentazione al Tempio

Il Vangelo di oggi, ricorda la presentazione di Gesù al Tempio da parte dei genitori. La legge già a quel tempo, prevedeva che ogni nato fosse offerto ed affidato a Dio, così avvenne: “Portarono il bambino a Gerusalemme per presentarlo al Signore» (Lc 2,22)”. I genitori dunque in questo caso, rappresentano i custodi e non i proprietari dei propri figli.

La Famiglia

I genitori custodi o proprietari ? L’esempio pratico è portato da Maria e Giuseppe i quali:

La “Sacra Famiglia”.

“portarono Gesù al tempio per attestare che il figlio appartiene a Dio e che loro sono i custodi della sua vita e non i proprietari”. Tutti gli uomini dunque appartengono a Dio e tutto viene da Lui. A tal proposito Papa Francesco ha così dichiarato: “Ogni famiglia è chiamata a riconoscere tale primato, custodendo ed educando i figli ad aprirsi a Dio che è la sorgente stessa della vita”.

Nuove strade

Queste prole dunque: “rivelano che Gesù è venuto per far cadere le false immagini che ci facciamo di Dio e anche di noi stessi; per “contraddire” le sicurezze mondane su cui pretendiamo di appoggiarci; per farci “risorgere” a un cammino umano e cristiano autentico, fondato sui valori del Vangelo”. Pertanto: “Ogni volta che le famiglie, anche quelle ferite e segnate da fragilità, fallimenti e difficoltà, tornano alla fonte dell’esperienza cristiana, si aprono strade nuove e possibilità impensate”.

Vicinanza ai fratelli Copti

Dopo l’Angelus, il Pontefice ha salutato tutti i presenti, in particolare ha rivolto i suoi saluti alle famiglie. Prima di concludere, il Santo Padre ha rivolto il suo pensiero ai cristiani copti d’Egitto, colpiti qualche giorno fa da due attentati in una chiesa. Di seguito le parole del Papa: “esprimo la mia vicinanza ai fratelli Copti Ortodossi d’Egitto, colpiti due giorni fa da due attentati a una chiesa e a un negozio nella periferia del Cairo. Il Signore accolga le anime dei defunti, sostenga i feriti, i familiari e l’intera comunità, e converta i cuori dei violenti”.

http://<blockquote class=”twitter-tweet” data-lang=”it”><p lang=”it” dir=”ltr”>La famiglia è l’unione armonica delle differenze tra l’uomo e la donna, che è tanto più vera quanto più è capace di aprirsi alla vita e agli altri.</p>&mdash; Papa Francesco (@Pontifex_it) <a href=”https://twitter.com/Pontifex_it/status/947444728383115264?ref_src=twsrc%5Etfw”>31 dicembre 2017</a></blockquote> <script async src=”https://platform.twitter.com/widgets.js” charset=”utf-8″></script>

Giovanni Azzara

Studente in Teologia, appassionato di tutto ciò che riguarda la storia, in particolare quella della Chiesa e anche di giornalismo. Sognatore e visionario, speaker radiofonico e amante dell'arte in generale. Il mio sogno ? Diventare vaticanista! Twitter: @Azzarag91

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close