Archivi di Pio XII aperti tra un anno: l’annuncio di Papa Francesco

Il 2 marzo del 2020, gli archivi su Papa Pio XII verranno aperti: lo ha annunciato Papa Francesco.

Pio-XII

Papa Francesco ha ricevuto stamani in udienza i Superiori, i dipendenti e i collaboratori dell’Archivio Segreto Vaticano, nella ricorrenza degli ottant’anni dall’elezione a Sommo Pontefice, del Servo di Dio Pio XII. Sono davvero tanti i documenti e le carte legate alla figura di Pio XII probabilmente con milioni di fogli che verranno resi pubblici il 2 marzo del 2020. Un evento tanto atteso anche perché come è ben saputo e risaputo, la figura di Pio XII è stata molto discussa negli anni, soprattutto per quanto riguarda il periodo della seconda guerra mondiale.

Pio XII

Eugenio Maria Giuseppe Pacelli, nasce a Roma il 2 marzo 1876. Cresciuto all’interno di una nobile famiglia romana, il giovane Eugenio iniziò la sua carriera all’interno della curia romana ricoprendo come primo incarico quello di fare da segretario al cardinale Gasparri. Da quel momento in poi Pacelli continuò la sua brillante carriera divenendo tra gli altri incarichi anche nunzio apostolico e nel 1929, Papa Pio XI lo nominò cardinale. Dieci anni dopo Pio XI morì ed in quel periodo, Pacelli er il camerlengo della Santa Sede ma dopo solo tre scrutini e un giorno di votazioni, lo stesso fu eletto pontefice con il nome di Pio XII continuando così con il nome del suo predecessore.

Le diatribe

Papa Pacelli si ritrovò pontefice in un periodo oscuro per il mondo, ossia nel periodo della seconda guerra mondiale. Per il Papa infatti fu un vero e proprio periodo di intenso lavoro spirituale ma anche temporale tanto che diede ospitalità e asilo a molti anti fascisti come Alcide De Gasperi e Pietro Nenni. Ma le controversie iniziarono quando alcuni lo accusarono di non aver fatto molto per gli ebrei romani anche se altri sostengono invece il contrario e probabilmente quest’ultima tesi è quella più reale anche perché l’attività di contrasto del fascismo e del nazionalsocialismo da parte di Pacelli era visibile.

L’annuncio di Papa Francesco

“La figura di quel Pontefice, che si trovò a condurre la Barca di Pietro in un momento fra i più tristi e bui del secolo Ventesimo, agitato e in tanta parte squarciato dall’ultimo conflitto mondiale, con il

Papa Francesco
Papa Francesco

conseguente periodo di riassetto delle Nazioni e la ricostruzione post­bellica, questa figura è stata già indagata e studiata in tanti suoi aspetti, a volte discussa e perfino criticata”. Queste dunque le parole di Papa Francesco nel corso dell’udienza di stamani, lo stesso ha poi voluto elogiare il lavoro degli archivisti e con l’occasione ha affermato Francesco: “Questo costante e non lieve impegno, vostro e dei vostri colleghi, mi permette oggi, in ricordo di quella significativa ricorrenza, di annunciare la mia decisione di aprire alla consultazione dei ricercatori la documentazione archivistica attinente al Pontificato di Pio XII, sino alla sua morte, avvenuta a Castel Gandolfo il 9 ottobre 1958”.

Quando verranno resi noti i documenti relativi a Papa Pio XII ? “Ho deciso – afferma Papa Francesco – che l’apertura degli Archivi Vaticani per il Pontificato di Pio XII avverrà il 2 marzo 2020, a un anno esatto di distanza dall’ottantesimo anniversario dell’elezione al Soglio di Pietro di Eugenio Pacelli”.

Pubblicato da Giovanni Azzara

Studente in Teologia, appassionato di tutto ciò che riguarda la storia, in particolare quella della Chiesa e anche di giornalismo. Sognatore e visionario, speaker radiofonico e amante dell'arte in generale.
Il mio sogno ? Diventare vaticanista!
Twitter: @Azzarag91