Aspettando Godot a teatro: Date e info biglietti

Aspettando Godot a teatro: Date e info biglietti

La stagione teatrale vede attivo in questo periodo il capolavoro di Samuel Beckett : Aspettando Godot, dal 19 al 30 aprile 2016 al teatro Ghione a Roma. Per la regia di Claudio Boccaccini, troviamo in scena i due protagonisti Pietro de Silva nei panni di Vladimiro, e Felice Della Corte che interpreta Estragone. L’ opera teatrale è riproposta in chiave comica, quasi circense, richiamando l’ essenza della vita ed il tempo che scorre ma nel mentre ciò che si aspetta, non arriva mai.  La replica dello spettacolo con audiodescrizione per  gli spettatori non vedenti o ipovedenti, e’ stata presentata  il giorno 21 aprile; e fino al 30 aprile si potrà seguire al teatro Ghione a Roma, tutti i giorni alle ore 21.00, tranne il lunedì; e la domenica a partire dalle ore 17:00.

Trama di Aspettando Godot

Vladimiro, chiamato anche Didi ed Estragone, chiamato anche Gogo, aspettano su una spoglia strada di campagna un certo Signor Godot. Oltre ai due personaggi in scena è presente un albero fiorito il quale richiama l’ idea della concezione temporale attraverso la caduta delle foglie con il tempo che passa. Ma Godot non appare mai sulla scena, non si sa nulla sul suo conto. C’ è una ragazzo al suo posto, che fa da mediatore per lui ogni giorno e dice ai due protagonisti che Godot oggi non verrà, e di aspettarlo per il giorno dopo. I due uomini sono vestiti come barboni, si lamentano del freddo, della fame e della loro esistenza. Vogliono dividersi quasi suicidarsi, e parlano di cose futili; in tutto ciò rappresentano il senso inesistente della vita. Il dramma, vede in seguito l’ entrata in scena di due personaggi: Pozzo è il padrone della terra e Lucky il servo con la corda che li unisce indicando un legame reciproco. Il linguaggio tra tutti diventa fine a se stesso.   Ritornano in scena Pozzo, che è diventato cieco, e Lucky, che ora è muto; con differenza che ora la corda che li unisce è più corta ed indica simbiosi oppressiva dei due.  Tornera’ infine il messaggero di Godot, che annunciando che il signore non arriverà mai, mette Vladimiro ed Estragone in crisi lasciandoli lì fermi mentre le parole scorrono.

Diplomata in sociopsicopedagogia con formazione da Educatrice. Appassionata di Musica, Teatro, Cinema, Televisione e tutte le forme d’ arte. Amo la scrittura e la lettura di qualsiasi notizia.