Avellino-Sassari 68-69, Pagelle della Scandone

Avellino-Sassari 68-69, Pagelle della Scandone

Finisce ai quarti l’avventura alle Final Eight di Coppa Italia di basket della Scandone Avellino, la quale viene sconfitta immeritatamente dalla Dinamo Sassari col punteggio di 68-69. I lupi possono lamentarsi per qualche decisione arbitrale al quanto dubbia. Ecco le nostre pagelle ai cestisti della Sidigas.

Joe Ragland 8: Sbaglia il canestro della vittoria, ma va lodato non solo per aver seganto 16 punti, ma anche per aver giocato con una spalla dolorante e soprattutto per essere rimasto sul parquet nonoastante abbia perso due denti a causa di una botta subita.

Retin Obasohan 4,5: Mezzo voto in più per l’impegno difensivo, ma nonostante ciò la sua prestazione resta pessima.

Adonis Thomas 7+: Gioca un grande primo-quarto ed un buonissimo terzo-quarto, ma brilla poco nel secondo e nel quarto-quarto.

Maarten Leune 5.5: Nel complesso non gioca male, ma commette diversi errori non da lui.

Kyryko Fesenko 7.5: Un fattore letteralmente immarcabile per  lunghi avversari.

Marques Green 6-: Inizia bene, ma dopo un bell’inizio cala e non riesce ad incidere come sa.

Giovanni Severini s.v: Solo 3 minuti in cui gli viene fischiato contro un fallo inesistente.

Salvatore Parlato s.v: Pochi secondi in campo per lui.

Levi Randolph 7-: All’apparenza non gioca bene, ma la sua in realtà è una partita di ottima qualità.

Andrea Zerini 5.5: Gli arbitri gli impediscono di giocare.

Sognatore per antonomasia, ritiene che la verità vada ricercata e non creduta per sentito dire. Appassionato di testi antichi i quali ritiene vadano letti per ciò che raccontano, senza volerne alterare il significato, con figure retoriche inesistenti, per veicolare una verità che non esiste.
Poeta spesso malinconico.
Ama definirsi “Destista”