Ballottaggio Amministrative 2017: dove, quando e come si vota

I comuni in cui si andrà a votare per il secondo turno

C’è molta attesa per gli esiti del ballottaggio alle amministrative 2017, vi diremo dove, come e quando si vota per questo secondo turno di votazioni alle comunali, laddove non si sia riusciti, alla prima turnazione dell’11 giugno, ad eleggere il proprio sindaco.

Situazione Generale

Dopo il primo turno di voti alle Amministrative 2017, diversi comuni hanno eletto il loro sindaco, ma in taluni casi, non si è arrivati alla soglia del 40%+1 dei voti, ricorrendo dunque al ballottaggio previsto per questa domenica, vale a dire per il 25 giugno, gli aventi diritto al voto saranno 4304739.

I comuni coinvolti per questo secondo turno, sono 111, indicati nel documento in PDF, e riguardano quelli in cui gli abitanti superano le 15 mila unità. 22 di questi, sono capoluogo di provincia e tre in particolare sono di regione, proviamo a vedere quali sono le principali città coinvolte per questo ballottaggio.

I capoluoghi di provincia coinvolti al ballottaggio

Dei 22 capoluoghi di provincia in cui si terrà il ballottaggio per le amministrative 2017, spiccano quelle di regione, Catanzaro in Calabria, L’Aquila in Abruzzo e Genova per la Liguria, in quest’ultima regione si vota pure a La Spezia. Le altre città importanti sono: Alessandria, Asti (Piemonte), Lodi, Monza (Lombardia), Parma, Piacenza (Emilia Romagna) Belluno, Padova, Verona (Veneto), Gorizia (Friuli Venezia Giulia), Carrara, Lucca, Pistoia (Toscana), Rieti (Lazio), Lecce, Taranto (Puglia) ed Oristano (Sardegna).

Infine, in Sicilia, si vota a Trapani, nella città sicula, però, uno dei due contendenti ha deciso di ritirarsi, ragion per cui, l’unico candidato rimasto, dovrà ricevere almeno il 25% dei voti, si includono naturalmente le schede bianche e nulle, ed al seggio dovrà recarsi almeno la metà dei cittadini trapanesi, altrimenti si ricorrerà ad un commissario straordinario.

Modalità di voto

Per sapere come si vota e quando si potrà votare, bisognerà recarsi alle urne dalle 7 alle 23 del 25 giugno, unica data prevista per questo secondo turno di votazioni. I candidati, sono i due più votati nel primo turno, chi riceverà il maggior numero di voti, diventerà automaticamente sindaco.

Per quanto riguarda le modalità di voto, il singolo elettore dovrà tracciare un segno sul rettangolo dove è scritto il nome del candidato da votare, e potrà farlo nella circoscrizione nella quale è iscritto, entro e non oltre, l’11 giugno, per esercitare tale diritto, dovrà esibire tessera elettorale e documento di riconoscimento, in modo da poter votare per il ballottaggio delle amministrative 2017.