Beata Ignoranza: trama, uscita e trailer del film

Dal 23 febbraio 2017 nelle sale, una nuova commedia italiana con Alessandro Gassman e Marco Giallini

Beata Ignoranza: trama, uscita e trailer del film
Vota questa notizia

Se non dovessero bastare gli attesi Smetto quando voglio- Masterclass Slam – Tutto per una ragazza, la stagione della nuova commedia all’italiana- che ha visto premiare con il David di Donatello lo scorso anno Perfetti sconosciuti di Paolo Genovese e che è proseguita quest’anno con La pazza gioia di Paolo Virzì- prevede anche l’uscita di Beata ignoranza, il nuovo film di Massimiliano Bruno, già autore di Nessuno mi può giudicare Viva l’Italia.

Il film con Alessandro Gassman e Marco Giallini, già protagonisti di un’altra fortunata commedia-opera prima dell’anno scorso, Se Dio vuole di Edoardo Falcone, sarà in sala a partire da giovedì 23 febbraio, distribuito da Italian International Film e Rai Cinema. Incentrato tra un’insolita rivalità tra i banchi di scuola di un liceo tra due docenti dai metodi completamente opposti, lo spensierato e social Gassman e il severo e all’antica Giallini, Beata ignoranza è il quinto film di Massimiliano Bruno, che l’anno scorso regalò alla sua interprete Paola Cortellesi una seconda nomination ai David (dopo quello vinto per Nessuno mi può giudicare) per il suo Gli ultimi saranno gli ultimi. Un’accoppiata vincene come quella Gassman-Giallini unita al successo consolidato di Bruno, più un ruolo nel cast per Carolina Crescentini: il film sembra avere tutte le carte in regola.

Ecco il trailer

Condividi
Laureato in DAMS all'Università degli Studi di Torino e diplomato in Filmmaking presso la Scuola Holden, ha frequentato diversi workshop di sceneggiatura e critica cinematografica, formando la sua esperienza anche presso alcuni Festival cinematografici (Torino, Bobbio e Venezia). Già redattore presso "Darkside Cinema" e "L'Atalante", è autore di racconti, soggetti e sceneggiature, nonché regista di un cortometraggio, "Interno familiare". Nel 2016, un suo soggetto per lungometraggio è stato tra i finalisti al Pitch in The Day- Concorso Opere prime.