Berlusconi lascia il Milan: il messaggio d’addio dell’ex Presidente

Berlusconi dice addio al Milan che passa ai cinesi. Le sue parole: "Ho ceduto perché servono soldi e investimenti"

Silvio Berlusconi ha parlato del closing e dei cinesi dicendosi affranto perché ha dovuto cedere quella che era il suoi gioiello per motivi di soldi e di investimenti. Silvio Berlusconi, l’ormai ex Presidente del Milan, ha venduto il club dopo averlo portato sul tetto d’Europa e del Mondo in molteplici occasioni, dopo aver alzato 29 trofei in 31 anni per motivi economici.

IL MESSAGGIO DI BERLUSCONI

Le parole dell’ex Premier sono di ringraziamento verso coloro che hanno lavorato con lui e che gli hanno permesso di fare la storia del Milan: “Non posso nominare tutte quelle persone che hanno permesso al club di vincere così tanto e che io non dimenticherò mai a partire dagli allenatori ai quali do un abbraccio collettivo per finire ai dirigenti, amministratori e sanitari che hanno fatto grande questo club. Fra tutti il primo è Galliani che è stato il motore di tutto”.

Inoltre, Berlusconi ringrazia anche i tifosi che molto spesso l’hanno supportato ma che, a volte, l’hanno anche criticato duramente: “Voglio dire grazie anche ai tifosi che hanno sempre sostenuto la squadra e hanno sempre gridato Forza Milan. Loro hanno riempito gli stadi di tutto il mondo per seguire il club che senza di loro non avrebbe vinto tutto quello che ha vinto. Ricordo dei momenti straordinari che non dimenticherò mai”. Infine, l’ex Presidente fa l’in bocca al lupo al nuovo Milan che verrà: “Auguro tanti successi  e la realizzazione di tanti progetti a tutti i nuovi giocatori, a quelli che verrano all’allenatore e a tutto lo staff rossonero”.