Catalogna ultime notizie: sciopero generale

La Catalogna è ferma a causa dello sciopero generale indetto dai sindacati Cgt, Iac e Cos

Sciopero generale oggi in Catalogna, per protestare contro la repressione della polizia spagnola in occasione del contestato referendum di domenica scorsa, che ha visto prevalere il “sì”.

L’adesione allo sciopero generale, indetto dai sindacati Cgt, Iac e Cos, sarebbe molto alta: sono infatti fermi sia la metropolitana che le scuole pubbliche, e la circolazione (a causa delle manifestazioni di protesta) è interrotta su diverse strade, provocando code chilometriche. Lo sciopero è stato appoggiato dai comuni di Barcellona e Girona, nonché dal governo catalano, mentre non vi hanno aderito altri sindacati nazionali come Ugt e Cc.

Catalogna: Verso la dichiarazione di indipendenza? 

Lo sciopero potrebbe protrarsi per giorni, ma l’esito della vicenda è tutto da definire. La Catalogna con la vittoria del “sì”, potrebbe proclamare l’indipendenza, ma questo farebbe esasperare una situazione già molto tesa, ed equivarrebbe a una vera e propria dichiarazione di guerra nei confronti del governo di Madrid, presieduto da Rajoy

Rajoy che a sua volta è stretto da due fuochi. Gli alleati di governo, cioè il PSOE (Partito Socialista) e Ciudadanos, hanno posizioni divergenti. Il primo, per bocca del suo leader Pedros Sanchez, chiede di avviare un dialogo con il presidente catalano Carles Puigdemont, mentre i secondi invocano la linea dura, e cioè di sospendere l’autonomia della regione catalana, prima dell’eventuale dichiarazione di indipendenza.

D’altro canto il referendum non ha avuto l’appoggio dell’Unione Europea, come in Catalogna si sperava: Bruxelles ha parlato di “questione interna”, lasciando la patata bollente nelle mani di Madrid. Proprio questo potrebbe indurre le autorità catalane a scegliere la linea del dialogo, come lo stesso Puigdemont ha fatto intuire attraverso alcune dichiarazioni (“è il momento di una mediazione internazionale”).

Di certo la questione non pare destinata destinata a risolversi in pochi giorni, e potrebbe avere pesanti ripercussioni sulla Spagna.