Catania-Reggina, Rigoli: “Calabresi agguerriti”

Catania-Reggina, Rigoli:

Dopo il pareggio ottenuto in trasferta contro il Fondi, il Catania ospiterà al Massimino la Reggina, partita che mister Rigoli ha presentato questo pomeriggio in conferenza stampa. In programma alle ore 14.30 di domani, domenica 29 gennaio, Catania-Reggina sarà la prima partita che i siciliani disputeranno in casa in questo 2017, un test importante e non semplice: “La Reggina sarà un avversario molto agguerrito”.

L’obiettivo è la vittoria e per ottenerlo occorrerà scendere in campo con determinazione e con le giuste motivazioni. Importante sarà la scelta della formazione: “Abbiamo diverse possibilità in attacco. Abbiamo tanti uomini con caratteristiche diverse e, dal momento che stanno quasi tutti bene, grande varietà di scelta per tentare di mettere in risalto le caratteristiche di ognuno contro l’avversario di domani. Possiamo avere diverse soluzioni anche dal punto di vista del modulo, anche se poi quella è una base iniziale che può variare nel corso della partita”.

Il tecnico aspetta importanti risposte dai nuovi arrivati: “I giocatori che sono andati via ci hanno aiutato nel conquistare i 36 punti sul campo e spero che i giocatori che sono arrivati potranno darci qualcosa in più da un punto di vista tecnico e dell’approccio”. Mister Rigoli non condanna l’atteggiamento avuto nella prima parte della stagione dai suoi uomini, al contrario ricorda: “Il campo è l’unico giudice. L’atteggiamento avuto finora ci ha portato ad ottenere 36 punti sul campo, forse per quel che avevamo prodotto meritavamo qualche punto in più. Noi giochiamo sempre per cercare di ottenere il massimo, ma dall’altro lato ci sono gli avversari che allo stesso modo vogliono portare a casa i tre punti“.

L’allenatore del Catania torna a esaminare la partita disputata contro il Fondi lo scorso lunedì: “A Fondi abbiamo avuto delle buone risposte. C’era un campo in cui era difficile giocare la palla e ad esso si sono aggiunti pioggia e vento, ma non deve essere un alibi. Dobbiamo essere bravi a gestire ogni situazione. Nel secondo tempo – prosegue mister Rigoli – abbiamo accelerato perché dovevamo rimontare il risultato e le caratteristiche di Di Grazia ci hanno aiutato, può darci qualcosa in più per dinamismo e qualità tecniche. Gli avversari ci temevano tanto e secondo me avremmo potuto portare a casa la vittoria facendo qualcosa in più”.