C’è Qualcuno? La Tragedia di Rigopiano su Rai 2: Anticipazioni

Andrà in onda il 2 giugno su Rai2 alle 21.05 C'è qualcuno? La Tragedia di Rigopiano , il documentario sulla tragedia del Rigopiano.

Rigopiano, trovata una donna senza vita: è la settima vittima 2

Venerdì 2 giugno 2017 andrà in onda, su Rai 2 alle 21.05, il documentario dal titolo C’è Qualcuno? La Tragedia di Rigopiano, diretto da Michele Santoro. Un’intero documentario dedicato alla tragedia del Hotel Rigopiano di Farindola, durante il quale la triste vicenda ci verrà mostrata attraverso gli occhi dei soccorritori, con dalla voce narrante di Alessandro Haber e le musiche di Nicola Piovani.

C’è Qualcuno? La Tragedia di Rigopiano: il documentario

Inizialmente i parenti delle 29 vittime dell’immane tragedia avevano mostrato la loro opposizione alla messa in onda del film-documentario di Michele Santoro attraverso una lettera di diffida alla Rai, tramite il legale Romola Reboa. La Rai aveva così deciso di mostrare il documentario in anteprima ai familiari delle vittime, anteprima che si è tenuta nel pomeriggio del 29 maggio alle 15, nella sala Arazzi della Rai. All’anteprima erano presenti numerosi esponenti del comitato, gli avvocati e lo stesso Michele Santoro. Al termine del filmato i parenti delle vittime hanno ritenuto giusto procedere con la messa in onda del documentario, che andrà in onda venerdì 2 giugno 2017.

All’interno del documentario C’è qualcuno? La Tragedia di Rigopiano vedremo delle immagini originali riguardanti i momenti dei soccorsi, dopo il crollo dell’ormai tristemente noto Hotel Rigopiano. Le scene che vedremo sono state interamente riprese dai mezzi ufficiali dei Vigili del Fuoco (piccole GoPro, telefonini e vere e proprie telecamere), immagini che mostrano le emozioni di quei momenti: dalla fatica delle ricerche alla disperazione per le persone che non ce l’hanno fatta, dalla gioia di trovare sopravvissuti alla speranza di trovarne ancora altri.

Rigopiano, trovata una donna senza vita: è la settima vittima 1

Immagini toccanti quelle che vedremo, tra le quali quelle riguardanti il salvataggio dei quattro bambini estratti vivi dalla struttura ormai devastata, scene cardini dell’intero documentario che mostrano quelle piccole figure, che in quell’odissea sono riusciti a farcela tenendosi per mano per combattere l’orribile spettro della paura. Un documentario che mostrerà l’incessante e l’audace lavoro dei soccorritori, ma al contempo il coraggio dei sopravvissuti e il ricordo di chi purtroppo non ce l’ha fatta.