Attualità

Chi è la seconda persona morta di Coronavirus in Italia?

C'è un'altra vittima italiana di Coronavirus: infatti, una donna è morta in Lombardia per complicanze dovute al virus.

Sono divenute già due le vittime del Coronavirus in Italia. Questa mattina una donna residente in Lombardia è morta dopo aver contratto il virus.

Nel giro di ventiquattro ore l’incubo Coronavirus si è palesato in tutta la sua drammaticità anche in Italia. Ieri sera un uomo di settantasette anni è morto in Veneto mentre questa mattina è toccato a una donna residente in Lombardia. Non ci sono ancora indicazioni dettagliate sull’identità di questa seconda vittima ma, molto probabilmente, appartiene a quel focolare di contagio venutosi a creare a Codogno.

Chi è la seconda vittima del Coronavirus in Italia?

Secondo quanto si apprende la persona morta questa mattina non aveva neanche ancora ricevuto la diagnosi di Coronavirus in quanto i risultati del test sono arrivati solo dopo il decesso. La donna era comunque ricoverata e tenuta sotto osservazione ma non è bastato poiché repentino è stato il peggioramento della sua situazione sanitaria. Adesso è importante attendere informazioni più dettagliate sul quadro clinico della vittima per capire se anche in questo caso ci siano state altre problematiche a favorire il decesso per Coronavirus.

Coronavirus: le ultime notizie

La paura per il Coronavirus continua a diffondersi al Nord Italia dove il numero dei contagiati sta crescendo in maniera abbastanza evidente. Questa mattina si è toccata quota 27 contagiati in Lombardia dove ci sono ben dieci Comuni del lodigiano isolati per precauzione. Questa mattina anche il sindaco di Cremona ha deciso di chiudere le scuole del proprio Comune per precauzione. È stato dato ordine di evacuare l’ospedale di Schiavonia dove ieri c’è stata la prima vittima italiana ma per esigenze tecniche non sarà possibile svuotare completamente la struttura prima di qualche giorno. Anche in Lombardia ci si sta attrezzando per un luogo di quarantena per i casi sospetti all’ospedale Baggio di Milano. Intanto sono arrivati rinforzi dei Carabinieri per gestire l’emergenza nel lodigiano.

Resta aggiornato - Segui Newsly.it

Emanuele Terracciano

Nato ad Aversa (CE) il 22 agosto 1994 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Collaboro con i siti di Content Lab dal 2015 occupandomi di sport, politica e altro.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close