Attualità

Chiusura domenicale dei negozi: Luigi Di Maio propone la turnazione

Luigi Di Maio incalza sulla chiusura dei centri commerciali la domenica e dichiara che entro la fine dell’anno sarà pronta una legge che prevederà la turnazione del 25%. In un suo intervento nel programma L’aria che tira ha affermato:<<  Ci sarà sempre un posto dove andare a fare la spesa. Ci sarà un meccanismo di turnazione per cui resterà aperto il 25% dei negozi, gli altri chiudono>>. il Ministro del Lavoro ha poi replicato sul blog del Movimento 5 Stelle:<< Oggi leggo tante fesserie sui giornali riguardo alle sacrosante chiusure domenicali, ma ho visto anche questo comunicato di Eurospin, in una pagina a pagamento sul Corriere della Sera, in cui si schiera a favore della nostra proposta. Il motivo è semplice: i dirigenti di Eurospin mettono al primo posto la qualità della vita dei dipendenti del gruppo e sanno che questa migliorerà se la domenica sarà dedicata agli affetti e alla famiglia. Così come sanno che non ci sarà alcun ritorno negativo sui profitti>>. Luigi Di Maio vuole imporre una decisa accelerazione al progetto, una profonda stretta sulle liberalizzazioni degli orari entrata in vigore nel 2001 grazie al decreto Salva Italia, con il risultato che qualora la legge entrasse in vigore sarebbero i sindaci ed i commercianti a decidere le attività commerciali aperte la domenica, secondo il Vicepremier la liberalizzazione dei turni ha avuto impatti negativi sulle famiglie dei dipendenti e ora va regolarizzata. La notizia della proposta di legge ha suscitato come sempre pareri discordanti, i sindacati plaudono all’iniziativa mentre le grandi catene di distribuzione si dicono preoccupate per l’impatto che la legge può avere sull’occupazione, un rischio stimato di 40-50 mila posti di lavoro, a tal proposito Claudio Gradara, presidente di Federdistribuzione, ha commentato:<< un provvedimento di cui non vediamo la necessità e l’opportunità e di cui non si capisce la tempestività>>, ha poi continuato:<< le aperture domenicali sono un grande successo, hanno dato un sostegno ai consumi in un momento di grande necessità>>, ancora più critico Francesco Pugliese ad di Conad che ha dichiarato:<< la grande distribuzione occupa 450 mila dipendenti, le domeniche incidono per il 10% e quindi sicuramente avremo 40-50 mila tagli. Ora quei 400 mila saranno felici di non lavorare, i 50 mila non so se lo saranno>>.

Tag
Back to top button
Close
Close