Ciao Darwin 7, Monica Cerutti: “Il programma alimenta l’omofobia”

Ciao Darwin 7, Monica Cerutti:

Nemmeno il tempo di ritornare sul piccolo schermo, che è già ora di polemiche per la settima stagione di Ciao Darwin. Tutto nasce dalle parole di Monica Cerutti, assessore alle pari opportunità, diritti civili e immigrazione della regione Piemonte, che ha voluto esprimere il suo dissenso su alcuni provini fatti dalla trasmissione lo scorso 12 gennaio.

“AAA cercasi uomini o donne contrarie all’integrazione degli stranieri in Italia” e “contro i diritti delle unioni gaySi tratta di un vero e proprio schiaffo al rispetto delle persone e dei diritti di tutti e tutte”.

La produzione sarebbe quindi interessata a proporre alcune puntate in cui contrapporre categorie pro e contro il razzismo e l’omofobia, una scelta non proprio felicissima, vista l’aria di “unioni civili” che si respira nel Bel Paese in questo periodo. La senatrice è pronta a segnalare l’accaduto all’UNAR (Ufficio Nazionale Antidscriminazioni Razziali), ma si attende di fare chiarezza sulla faccenda e, magari, anche una risposta della stessa Mediaset, non nuova ad episodi del genere con la fortunata trasmissione condotta dal duo Bonolis/Laurenti.

“È inaccettabile che in un momento come questo ci siano programmi televisivi che vogliono alimentare xenofobia e omofobia. I media devono assumersi la responsabilità che hanno sulle spalle. Milioni di persone purtroppo affidano la propria informazione esclusivamente alla televisione, ma è impensabile che questa parli loro attraverso stereotipi, populismi e strumentalizzazioni“.

Si attendono sviluppi nei prossimi giorni, intanto il programma è pronto a ripartire in grande stile il prossimo 18 marzo.

LEGGI ANCHE:

Anticipazioni Ciao Darwin 7: Quando inizia, Data Ufficiale e Cast