Attualità

Classifica città green italiane, Avellino perde 40 posizioni: è 74esima

Dal 31esimo posto del 2020 al 74esimo del 2021 nel rapporto sull'ecosistema urbano di Legambiente

E’ stato pubblicato il 28esimo rapporto Ecosistema urbano di Legambiente e Ambiente Italia. Si basa su 18 parametri raggruppati in 5 macroaree (aria, acqua, rifiuti, mobilità, ambiente): la classifica finale fotografa le performance ambientali di 105 città capoluogo di provincia.

Trento, Reggio Emilia e Mantova finiscono sul podio, occupando rispettivamente le prime tre posizioni di questa speciale graduatoria. La prima città del Sud è clamorosamente Cosenza, che strappa un quarto posto complessivo, davanti a realtà quali Pordenone, Bolzano e Parma, con Belluno, Treviso e Ferrara che chiudono il gruppo delle prime 10 in classifica.

Crolla invece la città di Avellino che, pur essendo il capoluogo della cosiddetta “verde Irpinia”, deve fare i conti con una realtà ben diversa dall’immaginario collettivo. Nelle rilevazioni di un anno fa, infatti, la città irpina occupava un dignitosissimo 31esimo posto. Oggi, 365 giorni dopo, Avellino si assesta alla 74esima posizione. Un vero e proprio tracollo. Peggio degli irpini solo 30 città in Italia, che occupano dal 75esimo al 105esimo posto. In Campania fanno peggio solo Napoli e Salerno, rispettivamente 91esima e 94esima.

Tra le principali noti dolenti il 104esimo posto (penultimo) per consumi idrici ed il 94esimo posto per PM10. In compenso è prima in Italia alla voce “ozono“, seconda per efficienza dei sistemi di depurazione e quarta per i rifiuti prodotti.

Tag
Back to top button
Close
Close