Compleanno Silvio Berlusconi 29 settembre: le migliori frasi del Cavaliere

Compleanno Silvio Berlusconi 29 settembre: le migliori frasi del Cavaliere

Oggi 29 settembre 2016 compie gli anni Silvio Berlusconi. Leggiamo le migliori frasi, addirittura 80, pronunciate dal Cavaliere durante la sua carriera politica.

Nel bene e nel male Silvio Berlusconi è da sempre un personaggio che fa discutere, che divide pareri e che possiamo considerare tra i più influenti, sia sulla scena politica che nella cultura di massa, dell’ultimo ventennio. Una personalità che, tutto sommato, incarna alla perfezione i pregi e le contraddizioni dell’italiano medio. Oggi ricorre il suo ottantesimo compleanno e per festeggiarlo abbiamo raccolto una carrellata dei suoi aforismi più celebri, 80 frasi che raccontano un pezzo di storia della nostra Repubblica:

«Ho scelto di scendere in campo e di occuparmi della cosa pubblica perché non voglio vivere in un Paese illiberale, governato da forze immature e da uomini legati a doppio filo a un passato politicamente ed economicamente fallimentare»
26 Gennaio 1994

«L’italia è il paese che amo. Fidatevi di me. Lasciatemi lavorare e vedrete che i risultati arriveranno»
7 Ottobre 1994

«Se i giornalisti facessero l’esegesi di quello che dice il signor Berlusconi, vedrebbero che ha sempre ragione»
11 Novembre 1994

«Io sono l’unto del signore, c’è qualcosa di divino nell’essere scelto dalla gente»
25 Novembre 1994

«Mi spiace, non voglio parlare di me in terza persona ma molto spesso mi viene comodo. Questo però non significa nessuna aumentata considerazione di me stesso, anche perché più alta di così non potrebbe essere»
6 Dicembre 1994

«Chi vorrei essere se non fossi Silvio Berlusconi? Il figlio di Silvio Berlusconi»
12 Dicembre 1994

««Emilio Fede? È un baluardo per la democrazia e per l’informazione. Umberto Bossi? Un disastro, una mente contorta e dissociata, un incidente della democrazia italiana, uno sfasciacarrozze con il quale non mi siederò mai più allo stesso tavolo»
20 Gennaio 1995

«Sono innamorato di Gianfranco Fini»
29 Gennaio 1995

«La ripresa dell’Italia si chiama Silvio Berlusconi»
4 Febbraio 1995

«Voi dovete diventare dei missionari, anzi degli apostoli, vi spiegherò il Vangelo di Forza Italia, il Vangelo secondo Silvio»
4 Aprile 1995

«Io sono semplicemente un imprenditore che fa miracoli»
6 Ottobre 1995

«Sono un grande estimatore della magistratura»
10 Ottobre 1995

«Lo ammetto, la mattina quando mi guardo allo specchio ho un’alta considerazione di me»
28 Ottobre 1995

«Chi salvo fra D’Alema, Prodi, Veltroni e Bertinotti? Li butto tutti dalla torre e poi chiedo il Nobel per la pace»
30 Ottobre 1995

«Dire che io utilizzo la mia posizione di leader politico per interessi personali è negare il disinteresse e la generosità che mi appartengono»
15 Dicembre 1995

«Io corruttore? Sarebbe come incolpare suor Teresa di Calcutta»
29 Dicembre 1995

«Due persone, entrate in un ufficio, urlano: “Questa è una rapina.” E gli impiegati, sorridenti: “Meno male, pensavamo fosse la Finanza»
22 Dicembre 1996

«L’inciucio va bene, ma che sia di classe»
31 Dicembre 1996

«Io ho sempre fiducia, perché ho la fiducia incorporata»
24 Ottobre 1997

«Io sono indispensabile»
18 Novembre 1997

«Prometto un milione di posti di lavoro» 
1 Maggio 1998

«Non è un complesso di superiorità, è un fatto oggettivo. Berlusconi ha una caratura imparagonabile»
5 Ottobre 2000

«Non c’è nessuno sulla scena mondiale che può pretendere di confrontarsi con me, nessuno dei protagonisti della politica che ha il mio passato, che ha la storia che ho io. Da un punto di vista personale se c’è qualcuno che ha una posizione di vantaggio questo qualcuno sono io. Quando mi siedo a fianco di questo o quel premier o capo di stato, c’è sempre qualcuno che vuole dimostrare di essere il più bravo, e questo qualcuno non sono io. La mia bravura è fuori discussione. La mia sostanza umana, la mia storia, gli altri se la sognano» 
7 Marzo 2001

«Santoro lei è un dipendente del servizio pubblico, si contenga!» 
16 Marzo 2001

«Ho insegnato al Milan il giuoco del calcio»
23 Marzo 2001

«Con l’Euro ci sono le premesse di una nuova stabilità, è un’idea straordinaria che è finalmente diventata realtà»
26 Maggio 2001

«Ogni tanto mi viene il complesso di superiorità e mi dico: meno male che ci sono io! nessuno avrebbe potuto mai fare meglio di me» 
3 Dicembre 2002

«Noi di Forza Italia abbiamo una moralità di livello così elevato che gli altri non possono nemmeno percepirlo» 
10 Maggio 2003

«Io vinco sempre, sono condannato a vincere»
24 Maggio 2003

«Signor Schulz, so che in Italia c’è un produttore che sta montando un film sui campi di concentramento, la suggerirò per il ruolo di Kapò»
2 Luglio 2003

«Sono un galantuomo, una persona perbene, un signore dalla moralità assoluta»
13 Luglio 2003

«Mussolini non ha mai ucciso nessuno, gli oppositori li mandava in vacanza al confino»
4 Settembre 2003

«Questi giudici sono doppiamente matti! Per fare quel lavoro devi essere mentalmente disturbato, devi avere delle turbe psichiche. Se fanno quel lavoro è perché sono antropologicamente diversi dal resto della razza umana»
5 Settembre 2003

«Un leader politico ha l’esigenza di rinnovare la propria immagine, ha il dovere di farsi più bello e più fresco per andare in tv»
17 Gennaio 2004

«Io non volevo il lifting ha insistito Veronica»
29 Gennaio 2004

«Invito tutti a tirar fuori soltanto una mia frase insultante nei rispetti dell’opposizione. Io rispetto tutti e pretendo rispetto»
10 Marzo 2004

«Certe volte mi dispiace di non essere un dittatore ma, ahimè, non lo sono»
28 Marzo 2004

«Se non riduco le tasse non mi ricandido più»
31 Marzo 2004

«Se la sinistra andasse al governo il risultato sarebbe miseria, terrore e morte, come accade in tutti i posti dove governa il comunismo»
17 Gennaio 2005

«C’è uno stato parallelo nelle mani della sinistra che controlla le scuole superiori, le università, i giornali, le radio, le televisioni, la magistratura»
24 Novembre 2005

«Non mi sono mai paragonato a Cristo, e poi lui era biondo e io castano»
20 Dicembre 2005

«Io non ho mai fatto affari con la politica. Anzi, ci ho sempre rimesso»
05 Gennaio 2006

«Il Presidente del Consiglio non può, per definizione, mentire»
18 Gennaio 2006

«La Rai è una vera e propria macchina da guerra contro di me e anche le mie televisioni mi remano contro. Andare in tv non mi piace, semplicemente lo odio» 
20 Gennaio 2006

«Solo Napoleone aveva fatto di più di me»
10 Febbraio 2006

«Su Napoleone ovviamente scherzavo: io sono il Gesù Cristo della politica, una vittima, paziente, sopporto tutto, mi sacrifico per tutti»
11 Febbraio 2006

«Ho troppa stima dell’intelligenza degli italiani per pensare che ci siano in giro così tanti coglioni che possano votare facendo il proprio disinteresse»
4 Aprile 2006

«Margaret Thatcher? Se fosse stata una bella gnocca me ne ricorderei»
6 Luglio 2006

«Ho scoperto dov’è il punto G nelle donne, è nell’ultima lettera della parola Shopping»
4 Novembre 2007

«Non ho mai registrato tanto entusiasmo nei miei confronti negli ultimi 14 anni, al punto che mi sono venute le stigmate»
11 Dicembre 2007

«Il nucleare è la forma più pulita e più sicura di produzione dell’energia al mondo e del futuro»
18 Aprile 2008

«Obama è giovane, bello e anche abbronzato»
6 Novembre 2008

«Lavorare meno per lavorare tutti» 
23 Dicembre 2008

«Siete dei poveri comunisti» 
20 Giugno 2009

«Sinceramente credo di essere stato e di essere di gran lunga il migliore Presidente del Consiglio che l’Italia abbia potuto avere nei suoi 150 anni di storia»
10 Settembre 2009

«Per uscire dalla crisi bisogna essere ottimisti»
28 Settembre 2009

«Sento parlare la signora Rosy Bindi: è sempre più bella che intelligente»
8 Ottobre 2009

«Ho speso più di 200 milioni di euro per consulenti e giudici, sono l’uomo più perseguitato della storia»
9 Ottobre 2009

«Stamani in albergo volevo farmi una ciulatina con una cameriera. Ma la ragazza mi ha detto: “Presidente, ma se lo abbiamo fatto un’ora fa…”. Vedete che scherzi che fa l’età?»
4 Luglio 2010

«La libertà di stampa non è un diritto assoluto»
10 Luglio 2010

«Ai giovani consiglio: cercate un lavoro all’estero, non è così difficile farlo. Alle donne consiglio: cercatevi un ragazzo ricco»
12 Settembre 2010

«Meglio essere appassionato delle belle ragazze che gay» 
2 Novembre 2010

«Non ho mai pagato una donna in vita mia. Ruby? Le ho dato dei soldi per evitare che si prostituisse» 
14 Aprile 2011

«Credo che nessuno possa governare meglio di me. La sinistra mi invidia il “bunga bunga” cioè il mio modo di vivere. Quando sono entrato alla Camera mi hanno accolto dicendo “bunba bunga” che vuol dire andiamo a divertirci, a ballare, a berci qualcosa. Anche la sinistra è stata conquistata da questo mio modo di vivere»
25 Aprile 2011

«Abbiamo presentato la riforma della giustizia e per noi è fondamentale, perché in questo momento abbiamo quasi una dittatura dei giudici di sinistra»
26 Maggio 2011

«Il fascismo era una democrazia minore»
15 Dicembre 2011

«Nicole Minetti è una splendida persona, intelligente, preparata, seria, si è laureata con 110 e lode, si è pagata gli studi lavorando, è di madrelingua inglese e svolge un importante e apprezzato lavoro alla Regione»
27 Gennaio 2012

«Mi sembra che in Italia non ci sia una forte crisi. La vita in Italia è la vita di un Paese benestante, i consumi non sono diminuiti, per gli aerei si riesce a fatica a prenotare un posto, i ristoranti sono pieni»
1 Febbraio 2012

«Confermo di non avere intenzione di candidarmi per la sesta volta alla guida del governo»
6 Aprile 2012

«Avete bisogno di me e quindi non mi astengo quando sento il dovere di prestare soccorso a chi ha bisogno e per questa ragione mi ricandido»
17 Dicembre 2012

«Delibereremo la restituzione dell’Imu. La restituzione potrà avvenire attraverso un rimborso vero e proprio sul conto corrente, oppure in particolare per i pensionati o chi preferirà questa modalità, in contanti all’ufficio postale»
3 Febbraio 2013

«Dopo il terremoto ho fatto un vero e proprio miracolo: vi dico solo che quando vado in Abruzzo mi trattano come un Santo» 
29 Aprile 2013

«Nel Milan è molto importante l’aspetto umano della persona. Per questo una mela marcia come Balotelli non accetterei mai facesse parte dello spogliatoio»
2 Ottobre 2013

«I miei figli vengono trattati come ebrei sotto Hitler»
7 Novembre 2013

«Per i tedeschi i lager non sono mai esistiti» 
21 Aprile 2014

«Matteo Renzi? Ha fatto fuori più comunisti lui in due mesi che io in venti anni»
2 Luglio 2014

«Dell’Utri è un mio amico, lo conosco dai tempi dell’università: è una persona di una bontà, onestà e cultura difficile da trovare in altre persone»
15 Settembre 2014

«Quando ero al governo avevo con me una coalizione di sei-sette partiti che non mi hanno lasciato fare quella rivoluzione liberale per la quale sono sceso il politica. La strada che ho iniziato a percorrere nella mia giovinezza penso che dovrebbero perseguirla tutti. Non so quanti mestieri ho intrapreso: da bambino mungevo le mucche, poi facevo i compiti ai miei compagni. Poi più grande ho fatto il fotografo e facevo le foto ai funerali, poi ai matrimoni. Poi ho fatto cose più remunerative: ho venduto e fatto tanti soldi con le spazzole elettriche. Poi in Francia, di giorno studiavo diritto comparato alla Sorbona e la sera cantavo nei night club»
8 Maggio 2015

«Come arrestare l’immigrazione? Basterebbe staccare il motore ai barconi» 
19 Maggio 2015

«Io sono come Batman, ho la corazza di kevlar»
23 Marzo 2016