Cronaca

Consegne di cibo a domicilio in Campania consentite anche il 1 maggio

In Campania sarà possibile ordinare cibo a domicilio anche il 1 maggio. Ecco il comunicato della Regione.

La Regione Campania ha emanato un comunicato in cui ha chiarito che le consegne di cibo a domicilio saranno consentite anche il giorno del 1 maggio. Nella nota si legge testualmente che ”il prossimo 1° Maggio le attività di ristorazione (fra cui pub, bar, gastronomie, ristoranti, pizzerie, gelaterie e pasticcerie), possono restare aperte con le modalità stabilite dall’ordinanza precedente, quindi per l’attività di consegna a domicilio”.

La Campania in questi mesi è stata la Regione che ha adottato forse le misure più restrittive per arginare il contagio da Covid-19 e quello della ristorazione è stato uno dei settori più penalizzati poiché, a differenza del resto del Paese, si è scelto di vietare anche le consegne a domicilio. Le attività di ristorazione sono ripartite solo dal 27 aprile in Campania e, pertanto, si spera che la festa del 1 maggio, in assenza di concerti e altri eventi pubblici, possa fare da traino per recuperare clientela e prendere un po’ d’ossigeno dopo la lunga chiusura.

Ovviamente gli orari e le modalità di consegna restano le stesse previste nelle altre giornate e, quindi, ristoranti e pizzerie dovranno fare uno sforzo in più per cercare di far fronte, si spera, a un numero maggiore di ordini. Dal 4 maggio, salvo nuovi interventi della Regione, si potrà vendere cibo anche non a domicilio ma comunque da asporto mentre per rivedere i clienti seduti a tavoli, seppure distanziati tra loro, i ristoratori dovranno aspettare il 1 giugno con la speranza che la curva del contagio non torni a salire in maniera pericolosa.

Tag

Emanuele Terracciano

Nato ad Aversa (CE) il 22 agosto 1994 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Collaboro con i siti di Content Lab dal 2015 occupandomi di sport, politica e altro.
Back to top button
Close
Close