Attualità

Cos’è Italian Paranormal Research? I ricercatori del paranormale

Ghost Hunters, Ghostbusters, Indagatori dell’Incubo. No! Loro sono gli IPR, i ricercatori del paranormale. La loro storia ha inizio con la fondazione, nel Giugno di due anni fa, da parte di Carmelo Paparone a cui si aggiungeranno pian piano: Fabio, Ramona, Bryan, Soili e Annika.

L’equipaggio parte da Forlì e gira tutta l’Italia in cerca di luoghi “Infestati”, che possono essere Castelli, chiese sconsacrate, Cimiteri, Edifici in disuso o anche case private.

Le indagini prevedono un primo sopralluogo. Si cercano informazioni storiche del posto e di chi lo ha abitato, ci si reca con parte della strumentazione come il K2, Fotocamera, Videocamera e microfono/registratore bidirezionale. Di grande aiuto è un particolare e sofisticato strumento, nel caso del team degli Italian Paranormal Research sono due, le sensitive Annika e Ramona. Due anime elette, sensibili ed empatiche, capaci di vedere e  sentire oltre la normale percezione umana.

Terminata questa prima fase di “Ricerca”, si analizzano i dati raccolti e se risultano interessanti, si torna per la seconda fase: L’Indagine vera e propria.

La strumentazione aumenta, divenendo sia mobile che fissa. Si utilizzano, oltre ai già citati k2, microfono/registratore bidirezionale,  telecamera e fotocamera a infrarossi e termiche, anche i sensori di movimento, registratori EVP, termometro, la spirit box e oggetti esca come palline di gomma.

Vediamo nel particolare alcuni di questi strumenti:

  • Il K2 è un rilevatore di campi magnetici, le cui luci di diversi colori, poste in sequenza nella parte superiore dell’apparecchio, si illuminano a seconda del livello d’intensità delle onde elettromagnetiche captate dai sensori. Le entità utilizzano l’elettricità, ecco perché alle volte scaricano le batterie, convertendola in energia elettromagnetica per manifestarsi;
  • La Termocamera è uno strumento sensibile alla radiazione infrarossa, che ci aiuta a scovare punti di energia a noi invisibile. Lo spettro di colore varia dal freddo azzurro al tiepido giallo, fino al caldo rosso, con una gamma di sfumature intermedie;
  • Il Registratore, utilizzato per captare e registrare Voci Psicofoniche o EVP, sollecitate dalle domande poste dai partecipanti all’indagine. E’ un apparecchio utile alle entità, in quanto esse sfruttano l’elettromagnetismo dei nastri analogici o digitali, oppure le onde residue delle nostre voci o nel caso della Spirit Box quelle residue delle voci casuali che passano via radio.

La terza e ultima fase è l’Analisi dei risultati ottenuti a cura dello Staff tecnico, composto dal tecnico di campo base Fabio, dai tecnici audio Soili e Sara, dal tecnico foto/video Bryan e le collaboratrici esterne Beatrice e Deborah. Inoltre se vi sono prove difficili da valutare, ci si può avvalere di professionisti esterni.

Il Team ha un canale You Tube in cui vengono caricati i video delle indagini più significative a cui i followers possono partecipare, mediante estrazione, per rendere una testimonianza sulla veridicità delle loro ricerche sul campo; si può diventare testimoni oculari, poiché si viene coinvolti a 360° nel processo d’indagine. Tra le indagini più significative abbiamo quella al castello di Bardi (Parma), le grotte di Osimo (Ancona) e la recente abitazione privata di Meldola (Forlì-Cesena).

Inoltre ogni giovedì sera su Radio Stella Azzurra e in diretta streaming sul Tubo ci sono delle Live, dove si può interagire via chat con il Team.

 

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close