Cristina D’Avena, concerto di Capodanno 2017 a Milano: Info Biglietti

Puffale, il Significato dell'Hashtag su Cristina D'Avena

Il Teatro della Luna di Assago il 31 dicembre si accende di magia, sul palco Cristina D’Avena

Da trentacinque anni la musica di Cristina D’Avena accompagna intere generazioni, bambini che sono diventati adulti ma che non vogliono perdere il loro spirito spensierato.

L’artista si esibirà dal vivo in un’imperdibile concerto, intitolato Semplicemente Cristina, sabato 31 dicembre al Teatro della Luna di Assago (MI), intrattenendo il pubblico presente con uno spettacolare show composto dalle sue sigle più belle: da Kiss me Licia ai Puffi, passando per Lady Oscar, Memole, Occhi di gatto, Pollon, Mila e Shiro, Dolce Candy, Magica Emi, L’incantevole Creamy, Sailor Moon, Rossana, Piccoli problemi di cuore, Doraemon e tanti altri pezzi che hanno segnato la nostra infanzia.

La regina delle sigle dei cartoni animati sarà accompagnata sul palco dalla Db Day’s Band, un’orchestra di nove elementi, e da ben otto coristi. La serata avrà inizio a partire dalle 21.30 e proseguirà fino alla mezzanotte, per salutare il 2016 e dare il benvenuto al 2017 con allegria e buonumore. Info e biglietti su ticketone.it.

“Suonare con una band dal vivo è un’esperienza molto gratificante – racconta l’artista bolognese – il segreto per raggiungere una buona alchimia è quella di rispettarsi molto a vicenda. Nessuno prevarica l’altro, ma insieme si trova una nuova formula. Sul palco saremo in venti. Il coro è molto numeroso e ti dà il giusto colore, il giusto sapore, è bellissimo. E quando senti il pezzo con il coro dal vivo ti emozioni. E’un concerto che ti porta indietro nel tempo e che restituisce la magia di quando eri bambino”.

Si conclude così l’anno d’oro di Cristina D’Avena che, dopo il successo ottenuto in qualità di super ospite al Festival di Sanremo 2016 e la settimanale presenza auto-ironica a Colorado, continua il suo viaggio live per la Penisola a suon di date sold out, per regalarci nuove emozioni e farci tornare tutti un po’ bambini.

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica e spettatore interessato di tutto ciò che è intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.