Cronaca Genova, bambina in ospedale: seguiva regime alimentare vegano

Oramai è diventata quasi una moda, un fenomeno di massa, per usare un eufemismo, quello di seguire un regime alimentare dato da una dieta a base di prodotti di origine esclusivamente vegetale, che esclude totalmente l’uso di prodotti animali e loro derivati, quali carne, pesce, latticini, uova, miele e pappa reale. Ma se non seguita da uno specialista, questo tipo di dieta può portare a conseguenze di carenze nutrizionali gravi, per il nostro organismo? Stando al caso registrato della piccola Chiara, arrivata in condizioni gravissime, al pronto soccorso dell’ospedale pediatrico Gaslini, la risposta darebbe proprio esito positivo.

Infatti la piccola, figlia di due genitori vegani, seguiva lo stesso regime dietetico imposto dai genitori, privando in tal modo l’organismo di sostanze fondamentali, utili per una crescita sana. Chiara, di non ancora tre anni, una volta arrivata al pronto soccorso è stata trasferita d’ urgenza al reparto di rianimazione, la forte carenza di vitamina B12, e un livello di emoglobina bassissimo, avrebbero portato a conseguenze abbastanza gravi, quali, un forte sottopeso rispetto alla media, una scarsa reattività e movimenti rallentati. I danni per la carenza da vitamina B12 riscontrati su Chiara “porterebbero a danni neurologici irreversibili se non presi in seria considerazione sin da subito” questo è quanto spiega Ferrando- specialista in Clinica Pediatrica a Genova-.  Per adesso la bimba è fuori pericolo, ma sono ancora in corso le indagini per approfondire il caso, non unico nel suo genere.

Laureata in Letteratura, Musica e Spettacolo, ha studiato Narrativa e Sceneggiatura cine-televisiva. Grande appassionata di libri, film e serie tv. La scrittura, in ogni contesto, è il suo modo preferito per esprimersi, dare forma ai concetti e condividerli con il mondo.