Cronaca Sarno, bimba di 3 anni seviziata e uccisa

A Sarno una bambina di soli 3 anni è stata prima seviziata e poi uccisa. La piccola Lidia, di origini romene, è arrivata già morta al pronto soccorso dell’ospedale di Sarno intorno alle 22 di ieri, accompagnata dal padre. La piccola, con addosso solo un paio di mutandine, presentava lividi e gravissime lacerazioni alle parti intime. Purtroppo i medici non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso, avvenuto molto probabilmente per un’emorragia interna.

I medici hanno allertato immediatamente i carabinieri che hanno subito avviato le indagini. Gli inquirenti hanno ascoltato per ore il padre della bambina che, messo sotto torchio dai militari, ha indicato i vicini di casa quali possibili sospettati della violenza sulla piccola Lidia. L’uomo affidava spesso la bambina ai propri vicini di casa per poter andare al lavoro nei campi. I carabinieri hanno ascoltato anche loro, ma dai verbali e dalle prime testimonianze non sono emersi elementi che facciano pensare a violenze.

Una vicenda che ha sconvolto l’intera comunità del piccolo comune della provincia di Salerno. Le indagini vanno avanti senza sosta, i carabinieri della Stazione di San Marzano sul Sarno, coordinati dal capitano Michele Avagnale, stanno seguendo tutte le possibili piste. Tante risposte a questa orribile vicenda saranno date dall’autopsia che dirà quali siano state le cause che hanno portato alla morte della piccola Lidia.