Domenica Live, Raffaella Carrà annuncia il suo addio alla tv (Video)

Domenica Live, Raffaella Carrà annuncia il suo addio alla tv (Video)

Raffaella Carrà a Domenica Live, addio alla tv “Adesso è l’ora di lasciare il passo alle nuove generazioni”

Tra le esclusive più in esclusiva della puntata di Domenica Live dell’11 dicembre, l’ultima del 2016 prima della sosta natalizia, la conduttrice Barbara D’Urso ha ospitato in collegamento da Madrid una delle icone della televisione italiana del passato: Raffaella Carrà.

La 73enne artista emiliana, si è lasciata andare alle emozioni, commuovendosi nel ricordo dell’amico e compianto Corrado: “E’ stato un compagno impagabile. Non esiste una persona in Italia che non ha amato Corrado. Con lui si rideva, mi prendeva sempre in giro”.  

Poi prosegue raccontando i suoi primi passi professionali: “Facevo danza classica e non avevo nessuna intenzione di ballare o cantare. Per me, esisteva solo la danza classica. Già sognavo di fare le coreografie delle opere. Volevo fare quello. Poi ho fatto il provino per il Centro sperimentale della cinematografia. In Rai, ne ho fatte di cotte e di crude. Quando vedo le immagini, mi ricordo il periodo ma non mi guardo mai perché non mi piaccio mai”.

Prima di chiudere il collegamento, la D’Urso chiede una promessa alla Carrà: tornare ospite in studio il prossimo anno, ma Raffaella declina gentilmente l’invito confermando la sua volontà di ritirarsi dalle scene: “Io ho avuto tanto dalla vita, dalla televisione. Adesso è l’ora di lasciare il passo alle nuove generazioni. Il mio sogno con ‘Forte forte forte’ era quello di cercare nuovi talenti. E’ tempo di lasciare spazio alle nuove showgirl e ai nuovi showman”.

Poco dopo la messa in onda della trasmissione in tv è disponibile l’intera puntata ed i singolo servizi su Video Mediaset, clicca qui per vedere l’intervista a Raffaella Carrà.

Nemicamatissima, Lorella Cuccarini risponde alle accuse di Heather Parisi (Video)

 

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica e spettatore interessato di tutto ciò che è intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.