Politica

Elezione Presidente della Repubblica 2022: candidati e quando si vota

L’elezione del prossimo presidente della Repubblica è oramai vicina: infatti, lunedì 24 gennaio prenderanno il via le votazioni per scegliere il successore di Sergio Mattarella al Quirinale. Sono mesi che l’agenda politica del Paese è strettamente condizionata da questo appuntamento che senza ombra di dubbio avrà un impatto importantissimo sul futuro prossimo dell’Italia. Finora l’unico schieramento a essersi esposto con un proprio candidato è stato il Centrodestra che sembra intenzionato a sostenere il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi seppure con dei dubbi da parte di alcune componenti della colazione.

La pandemia, ovviamente, inciderà anche sull’elezione del presidente della Repubblica: infatti, per contenere i rischi di contagio in aula, è stato necessario cambiare alcune delle procedure tipiche di questo tipo di consultazioni e, inoltre, resta ancora aperta la questione legata ai grandi elettori positivi al Covid-19.

Chi sono i candidati alla presidenza della Repubblica?

Non esistono ”candidati ufficiali” alla presidenza della Repubblica ma solo nomi frutto di indiscrezioni di stampa e trattative tra i vari partiti politici presenti in Parlamento. I nomi che con più insistenza sono stati tirati in ballo in questi lunghi mesi di avvicinamento al voto sono senza ombra di dubbio quelli di Silvio Berluconi e Mario Draghi. Anche se ancora non ha sciolto ufficialmente la riserva, non è un mistero che il leader di Forza Italia aspiri fortemente al Quirinale come ultimo atto della sua quasi trentennale carriera politica.

Anche l’attuale premier sembra essere molto interessato a essere il successore di Mattarella anche se, come è ovvio che sia, non può esporsi pubblicamente senza avere la certezza di essere eletto per non mettere a repentaglio la sua credibilità e la tenuta futura del suo Governo. Per qualcuno in corsa ci sarebbe ancora anche lo stesso Sergio Mattarella al quale potrebbe essere chiesto di proseguire nel suo incarico almeno fino alla fine della legislatura.

Quando si vota per il presidente della Repubblica?

Le votazioni per le elezioni del presidente della Repubblica prenderanno il via lunedì 24 gennaio alle ore 15:00. La Costituzione prevede che il capo dello Stato sia eletto dal Parlamento riunito a camere congiunte insieme a rappresentanti di Regioni e Comuni. In totale i grandi elettori sono 1009 che esprimeranno un voto segreto.

La Costituzione prevede per l’elezione del presidente della Repubblica nei primi tre scrutini la maggioranza qualificata che ammonta a 673 voti. Dal quarto scrutinio in poi basterà la maggioranza assoluta (la metà più uno dei grandi elettori) per eleggere il successore di Mattarella. Ricordiamo che l’incarico del presidente della Repubblica in carica scadrà il prossimo 3 febbraio e, pertanto, è necessario che il Parlamento esprima entro quella data un successore onde evitare che il presidente del Senato debba assumere momentaneamente le funzioni di capo dello Stato.

Tag

Emanuele Terracciano

Nato ad Aversa (CE) il 22 agosto 1994 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Collaboro con i siti di Content Lab dal 2015 occupandomi di sport, politica e altro.
Back to top button
Close
Close