Politica

Elezioni 2018: Luigi Di Maio rilancia confronto in tv

Il leader del Movimento 5 Stelle Di Maio, invitato a “8 e mezzo” da Lilli Gruber è stato fin da subito sommerso di domande in merito alla presunta dichiarazione di voler intraprendere un cammino comune con il Centro-Destra.

Di Maio a ”8 e mezzo”

Il leader, per nulla intimorito, ha prontamento smentito quanto sostenuto ed enfatizzato dai media nazionali, ovvero di presunte coalizioni con il centro destra ( in particolar modo con Salvini).Lilli Gruber, prima della chiusura, domanda al candidato Di Maio:”Un governo sostenuto dai 5 stelle è possibile solo con Di Maio premier?“. Repentina è la risposta:”Sì, perchè noi non vogliamo partecipare al fenomeno degli ultimi anni, ovvero di voto a scatola chiusa. I cittadini con noi avranno modo di conoscere prima la squadra di governo“. Cosciente della difficoltà, con l’attuale legge elettorale, di poter governare con il solo appoggio dei parlamentari pentastellati, il leader dei 5 stelle, precisa :”Se non ci saranno i numeri per governare da soli, proviamo a trovare un punto d’incontro sui temi, ma scordatevi i giochi di potere e i giochi di poltrona“.

Successivamente, Di Maio apre a un duello con gli avversari politici. Renzi non escluso, anzi. “Io sono disponibilissimo a confrontarmi in televisione qui con tutti i candidati premier. Anche con Renzi – dice il leader 5 stelle – Ovviamente se le forze politiche ci faranno sapere se effettivamente quelli sono i candidati…“.

Quello che emerge dall’intervista, sembra essere, in primo luogo, la volontà di governare per attuare le promesse sostenute in campagna elettorale e, in secundis, la presa di coscienza che l’attuale sistema elettorale favorisce la coalizione tra più partiti.Non finisce qui. Di Maio, sottolinea la professionalità dei parlamentari pentastellati. Figurano fin da subito Domenico Fioravanti ( ex campione olimpionico nel nuoto); Claudio Consolo ( professore di diritto processuale civile); Maurizio Cottai (ex comandante del Corpo forestale dello Stato) e infine Alessia D’Alessandro ( staffista al Centro ricerche economiche della Cdu, il partito della Cancelliera tedesca Angela Merkel) è la carta messa in campo ad Agropoli (Salerno) per sfidare all’uninominale Franco Alfieri, il candidato del Pd passato alle cronache come il sindaco “delle fritture di pesce”, sull’onda di una battuta del governatore della Campania Vincenzo De Luca in occasione dell’ultima campagna referendaria.Il cd “gruppo di supercompetenti”, chiude il proprio cerchio con il presidente dell’Ordine degli avvocati di Roma, Mauro Vaglio.Insomma, economisti,giustiristi e campioni olimpionici a chiudere, si spera, le personalità pentastellate.

Tag

Gianluca Di Maula

Laureato in Scienze Politiche con un Master in Social Media Marketing.Purtroppo, appassionato di politica e cronaca mafiosa.
Back to top button
Close
Close