Politica

Elezioni 4 marzo: Tagliando antifrode e novità

Ci siamo, il 4 marzo gli italiani si recheranno alle urne per scegliere i propri rappresentanti alla Camera dei deputati e al Senato della Repubblica. Diverse le modifiche apportate dal Rosatellum, il nuovo sistema misto, maggioritario e proporzionale, la cui approvazione ha fatto molto discutere negli ultimi mesi.

Si voterà solo domenica 4 marzo dalle ore 7 alle 23 (nel 2006, nel 2008 e nel 2013, invece, si votò per due giorni: dalle 8 alle 22 di domenica e dalle 7 alle 15 del lunedì).

Tagliando anti frode

Si tratta di un metodo introdotto per eliminare i brogli elettorali e per assicurarsi che la scheda inserita nell’urna non sia contraffatta o portata dall’esterno già compilata. L’ elettore riceverà una scheda con un codice progressivo alfanumerico riportato su una parte rimovibile. Il presidente del seggio annoterà sul registro questo codice accanto a quello dell’elettore. Espressa la sua preferenza, l’elettore dovrà riportare la scheda chiusa al presidente, il quale controllerà che i due codici, sul registro e sulla scheda, coincidano. Infine rimuoverà il tagliando con il codice in modo garantire la segretezza del voto espresso e inserirà la scheda nell’urna.
I nomi dei candidati
Su ciascuna scheda ci saranno i nomi e i cognomi dei candidati uninominali, al di sotto dei quali saranno presenti i simboli delle liste e i nomi dei candidati al collegio plurinominale(da un minimo di due a un massimo di quattro). Con il sistema maggioritario in ciascun collegio viene eletto un solo candidato: quello che ottiene più voti. Gli elettori potranno apporre un segno sul nome di un candidato uninominale e il voto si estenderà alla lista o alle liste collegate in maniera proporzionale ai voti ottenuti nel collegio da ogni singola lista, oppure semplicemente sulla lista prescelta. Non ci sarà la possibilità del voto disgiunto.
Requisiti per il voto
Non ci sono cambiamenti in merito, l’elettore dovrà aver raggiunto l’età di 18 anni per votare alla Camera e 25 per il Senato. Sarà necessario presentare un documento di riconoscimento e la tessera elettorale. Chi l’avesse smarrita può richiederne il duplicato ai rispettivi comuni di residenza, aperti da martedì 27 febbraio a sabato 3 marzo, dalle ore 9 alle ore 19, e domenica 4 marzo, giorno del voto. Per l’elezione del Senato la scheda è gialla, per l’elezione della Camera è rosa.

Tag
Back to top button
Close
Close