Politica

Elezioni comunali Avellino 2018: i candidati e le liste

Per le amministrative di giugno, c’è anche Avellino, la quale è chiamata ad eleggere il nuovo sindaco. Si conclude così il mandato di Paolo Foti, esponente del Partito Democratico, che è rimasto in carica dal 2013.

Lo stesso sindaco uscente, per sua stessa volontà, ha deciso di non ricandidarsi alla carica di primo cittadino perché “in Comune devono entrare persone più giovani con nuove motivazioni ed energie“. I seggi saranno aperti dalle 7 alle 23 di domani, mentre lo spoglio delle schede inizierà subito dopo la chiusura degli stessi.

Chi sono i candidati

Il Pd ha deciso di puntare sull’avvocato penalista Nello Pizza. Il cinquantunenne è appoggiato anche dai Popolari e dalle liste “Davvero Avellino”, “Insieme Protagonisti”, “Avellino Rinasce”, “Avellino Democratica” e “Avellino Libera e Protagonista”.

Il centrosinistra non è unito alle amministrative avellinesi: da una parte c’è una minoranza Dem, che han deciso di appoggiare la candidatura di Nadia Arace, sostenuta dalla lista “Si può”, mentre l’altro candidato, Luca Cipriano, è appoggiato dalla sola lista “Mai più”.

Anche il centrodestra si presenta diviso: Dino Preziosi è sostenuto da Fratelli d’Italia ed è il candidato sindaco della lista “La Svolta inizia da te”.

Forza Italia, Lega, Democrazia Cristiana-Udc e Noi con Avellino schierano invece Sabino Morano il quale punta ad una videosorveglianza nelle zone più isolate e lotta all’accattonaggio.

Il M5s, invece, ha scelto invece come candidato sindaco Vincenzo Ciampi, tributario dell’Agenzia delle entrate.

Tra i outsiders vi sono anche Massimo Passaro, appoggiato dalla lista “Cittadini in Movimento” e Giuliano Bello candidato di Casapound che concorrono per la carica di sindaco nella città campana.

Tag

Davide D'Aiuto

Laureato in Scienze dell'Informazione editoriale, pubblica e sociale, amo scrivere più di qualunque altra cosa al mondo. Il giornalismo è la mia vita. Quando non scrivo viaggio e scatto fotografie perché adoro scoprire il mondo e leggerlo come un libro.
Back to top button
Close
Close