Elezioni Comunali, ballottaggi: il Centrodestra si afferma

Elezioni Comunali, ballottaggi: il Centrodestra si afferma

Ieri c’è stato il secondo turno delle elezioni comunali e il primo dato certo di questi ballottaggi è la bassa affluenza alle urne, solo il 47,11% degli elettori si è recato a votare, rispetto al 63,21% del primo turno. Il dato però non tiene conto della Sicilia, dove si votava anche stamattina dalle ore 7:00 alle 15:00. A Venezia dove si giocava la sfida più importante il centrosinistra perde la città e vince il centrodestra.

L’imprenditore berlusconiano Luigi Brugnaro ha la meglio sul senatore del Pd Felice Casson con il 53,21% dei voti. Al primo turno Casson aveva ottenuto il 38%, mentre Brugnaro il 28,6%, però al ballottaggio quest’ultimo ha stretto un accordo con la Lega, che al primo turno aveva presentato un proprio candidato e l’alleanza è stata decisiva per le sorti dell’elezioni. Lapidario il commento di Cacciari che dopo l’esito ha definito suicida la linea del Pd a Venezia. Certo alla causa del Pd non è stato d’aiuto lo scandalo Mose, in cui era stato coinvolto Orsoni candidato di centrosinistra, che aveva vinto le precedenti elezioni e che in seguito a ciò era stato arrestato, portando al commissariamento della città.
Il Movimento 5 Stelle invece vince in tutte e tre i comuni in cui si era presentato al ballottaggio: Porto Torre, Venaria Reale e Quarto, ed è in attesa dei risultati di Gela e Augusta, in sicilia dove si votava fino alle 15 di oggi.

Il risultato per i capoluoghi di provincia di 6 a 4 per il centrodestra, fa ammettere la sconfitta al centrosinistra, anche se il vicesegretario del Pd Lorenzo Guerini, prima dei risultati elettorali aveva sottolineato che “le elezioni non erano un test per il governo e non hanno alcun significato a livello nazionale.
il commento di Renzi al voto di ieri è oggi riportato da Repubblica, il Premier afferma che questo risultato è la prova di ciò che lui va dicendo da tempo e cioè che il centrodestra non è morto, ma che anzi è un avversario temibile quando si unisce.
Esulta invece, tutto il centrodestra dopo il risultato dei ballottaggi, da Brunetta a Salvini e a Berlusconi il quale ha affermato che: ”Giornate come queste sono la prova che Matteo Renzi è sbiadito. E’ vero che governa in una fase molto difficile, e va riconosciuto. Ma la sua azione ha perso smalto. L’elettorato gli sta voltando le spalle.”