Elezioni Polonia: vince la destra anti-Ue

Elezioni Polonia: vince la destra anti-Ue

Assistiamo ad un grande passo nella storia del popolo polacco. In una sfida che ha visto contendersi il governo di questo grande paese, sempre più in crescita, tra la liberale Ewa Kopacz e la conservatrice Beata Szydlo, la vincitrice di queste elezioni ha dato merito a quest’ultima. Con una percentuale del 39,1% degli aventi diritti, i nazional conservatori di Diritto e giustizia vincono ai seggi, contro il 23,4 % ottenuto dal partito dei liberali. Ora molti esponenti di Bruxelles tremano dinanzi a questo partito, visto che è stato presentato durante questa campagna come un movimento anti Unione Europea.

Ora Jaroslaw Kaczynski può guidare il paese con grande fiducia da parte dei cittadini. Questo grazie ad una donna carismatica, piena di volontà, patriottica. Già paragonata ad un’altro personaggio di elevato spessore come la Merkel, ha fatto sentire la sua voce sin dall’inizio. E così ha fatto domenica sera sul palco, con un’ aria preoccupata ma convinta del lavoro che andrà a svolgere per il paese. Il leader vede nelle richieste dei grandi Paesi verso quelli più giovani, sul fronte immigrazione, un “tentativo di difendere i propri interessi nazionali” e sui diritti civili condivide in pieno la linea del partito e dell’episcopato polacco, un’idea che sa di conservazione.