AttualitàPolitica

Elezione dei Presidenti delle Camere: Domani alle 10:30 si rivota

Si è da poco conclusa la seconda tornata per l’elezione dei Presidenti di Camera e Senato, senza che nessuno abbia raggiunto la maggioranza. Sono ben 592 le schede bianche contate per la Camera e 312 per il Senato, durante lo spoglio delle elezioni di stamane; si è dunque tornati al voto intorno alle 17, dopo il mancato appoggio della Lega a Paolo Romani, controfigura di Berlusconi e mal visto anche da M5S e PD, per via della sua fedina penale. Anche le votazioni cominciate alle 17 si è giunti ad una fase di stallo con la Lega che, dissociandosi dal Candidato di Forza Italia, Romani, scelto da Berlusconi, si è fiondata ora sulla Bernini scegliendo di comune accordo la preferenza; preferenza non piaciuta a Berlusconi che minaccia la rottura della coalizione asserendo come il mancato appoggio a Romani e la scelta Bernini siano atti di ostilità, capaci di rompere il Centrodestra. La seconda tornata ha dunque fruttato una montagna di schede bianche, con qualcuno che ironicamente ha votato per Giorgio Napolitano, impegnato come Presidente temporaneo dello spoglio. Mentre il Pd rimane sulle sue posizione scegliendo di porsi in disparte e non votare ne scegliere nessun cadidato, Berlusconi ha indetto una riunione con i suoi vertici e con quelli della Lega; è in atto un duro scontro tra le componenti del Centrodestra. Ora, data la mancata maggioranza, domani all 10.30 si ritornerà alle votazione, terza ed ultima decisiva. Salvini preferendo il patto con i 5 Stelle a quello con il Centrodestra rischia di far scoppiare una bomba. Ne vedremo delle belle.

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close