Emissioni Renault sospette: crolla il titolo in Borsa

Emissioni Renault sospette: crolla il titolo in Borsa

Il titolo Renault oggi ha subito forti perdite ed è crollato fino al 20% rispetto alle quotazioni di apertura. Dopo gli scandali che hanno colpito diverse case automobilistiche tedesche, sembra ora toccare a un grande marchio francese l’onere scomodo di finire sulle pagine dei giornali per un nuovo scandalo legato alle emissioni oltre i limiti consentiti dalla legge europea.

La notizia di una possibile nuova truffa ai danni dei consumatori è stata subito smentita dal governo francese e dalla stessa casa automobilistica, negando l’esistenza di un software utile a modificare i valori registrati sugli scarichi delle vetture Renault.  Il ministro francese, responsabile dell’Ambiente e dei Trasporti, Ségolène Royal, ha da subito smentito come nel caso Volkswagen, l’utilizzo di software o centraline per modificare i test, ma non ha negato il superamento dei limiti imposti dalla comunità europea.

Il titolo Renault ha segnato in Borsa un forte calo di 20 punti salvo poi chiudere la giornata a -9, dopo le dichiarazioni del ministro francese Royal. In realtà dunque non si tratterebbe di un sistema studiato a tavolino per manomettere i dati dei test svolti sulle vetture diesel a marchio Renault, ma di un errore relativo a valori di emissioni di Co2 sopra la media consentita. Una questione che getta nuove ombre sul mercato automobilistico europeo e che rischia di estendersi a macchia d’olio anche ad altre case di diversa nazionalità.

Leggi anche:

Laureanda in Letterature Moderne Comparate per il Corso di Laurea in Filologia Moderna, ho diversi anni di esperienza presso testate giornalistiche online, blog culturali e magazine. Mi occupo di serie tv, cinema, letteratura e credo che la cultura l'unica strada che ci può rendere migliori. Ho scelto la scrittura come forma d'arte per cambiare il mondo