Cronaca

Esplode un ordigno davanti la sede di CasaPound a Trento

E’ scoppiato un ordigno di fabbricazione artigianale davanti la sede di CasaPound di Trento intorno le 4,30 di oggi quando la città  era ancora avvolta dal buio della notte. Obiettivo, la sede del movimento di estrema destra.

La detonazione ha riportato gravi danni alla serranda dell’ingresso. Non si sono fatte attendere le dichiarazioni degli aderenti nonché del portavoce del gruppo precisando, che il colpo è stato portato a segno da ignoti, ma l’azione è stata accompagnata da una scritta “unico voto utile antifascismo sempre”.

CasaPound

Nessun coinvolgimento umano durante l’esposione. Sul posto subito accorsi gli agenti della Digos, i quali hanno rinvenuto tracce di esplosivo e altri frammenti di un evidente ordigno fabbricato in modo rudimentale atto a intimidire le azioni politiche di Casapound sul territorio, proprio a ridosso delle elezioni politiche dello scorso 4 marzo. La deflagrazione ha turbato il sonno dei residenti di via Marighetto i quali, svegliatisi di soprassalto, sono scesi immediatamente in strada. Filippo Castaldini , responsabile del movimento ha dichiarato a caldo “Al termine di una campagna elettorale che ha visto un antifascismo isterico manifestare con contenuti minimi ma sempre maggior violenza, oggi l’epilogo compiuto dai figliocci di politici che in queste settimane hanno sproloquiato di antifascismo, chiedendo la chiusura di un movimento legalmente riconosciuto come il nostro e che, come al solito, sempre protetti e legittimati, hanno agito con il favore della notte facendo esplodere il secondo esplosivo contro i locali trentini delle tartarughe frecciate“.

Ora gli agenti della  Digos stanno cercando di ricostruire la dinamica dell’attentato attraverso l’ausilio delle telecamere di videosorveglianza per poi risalire all’autore, o agli autori del gesto. Non è la prima volta che ciò accade. Già nel febbraio del 2014 la stessa sede era stata oggetto di atti vandalici alla vigilia del giorno del ricordo delle vittime delle Foibe.

Tag
Back to top button
Close
Close