Esplosione al Commissariato di Polizia di Andria: un ferito

Terrorismo, blitz della Digos: arrestati italiani convertiti alla jihad

Esplosione di un ordigno all’interno del commissariato di Andria, un uomo è rimasto ferito

Nella giornata di oggi, venerdì 9 dicembre, si è verificata un’esplosione nell’androne del commissariato di Andria. A causare l’accaduto sarebbe stato un ordigno di piccole dimensioni, l’addetto alle pulizie, che si trovava sul luogo al momento dell’esplosione, è rimasto leggermente ferito.

L’uomo, come di consueto stava svolgendo le proprie mansioni di pulizia all’interno dell’edificio, quando si è verificata l’esplosione, causata a detta degli artificieri da un ordigno di piccole dimensioni.

Lo scoppio ha provocato la caduta di una parete in cartongesso che divideva due ambienti ed ha mandato in frantumi una finestra. A ferire l’uomo in maniera lieve sarebbero state proprio le schegge provenienti dalla finestra andata in frantumi.

Poco dopo l’accaduto il sindaco di Andria, Nicola Giorgino, raggiungendo la sede del commissariato di polizia dove si è verificata l’esplosione, ha affermato: “La comunità cittadina è interdetta e sbalordita rispetto a quanto accaduto, ma anche determinata a condannare con forza il tentativo, evidente, di intimidire le Forze dell’Ordine. Esprimo, a nome di tutta la città, la totale solidarietà di Andria agli uomini e alle donne del Commissariato di PS ed assicuro la massima mobilitazione a salvaguardia e difesa di questo presidio di garanzia e sicurezza della nostra collettività.”

Dopo la maturità classica, si trasferisce all'estero per coltivare una delle sue passioni : la conoscenza e lo studio delle lingue e della cultura straniera. Amante delle Arti in qualsiasi forma, le piace dedicare del tempo alla lettura e soprattutto alla scrittura.