Facebook lancia un servizio di incontri per single

Dating, privacy e oculus go sono state le principali novità presentata all’F8 da Zuckerberg con cui spera di riacquistare la fiducia degli utenti.

Mark Zuckerberg

Facebook prova a scaldare i cuori dei suoi utenti e avvia il servizio d’incontri, duraturi, sul noto social entrando in competizione con la famosa app di dating Tinder. Dall’altra parte però vi è la promessa, fatta a tutti gli utenti, di un maggiore controllo sui dati che inseriamo sul social network.

Queste sono le due principali novità lanciate da Mark Zuckerberg all’F8, l’annuale conferenza dedicata agli sviluppatori di social in corso a Menlo Park.

Facebook Incontri: Un servizio pensato per single

Vogliamo unire le persone. Creare comunità e unire il mondo. Molte persone si dichiarano single sulla nostra piattaforma, così abbiamo deciso di pensare a loro ed è destinata a costruire relazioni autentiche e durevoli, non solo di una serata” – annuncia il Ceo di Facebook.

In sostanza al classico social network verrà implementata una seconda sezione, staccata dalla prima, dove sarà possibile creare un profilo ad hoc per il dating. Questo profilo sarà visibile solo a chi si è iscritto sulla piattaforma dating e dunque non consentirà nessuna sovrapposizione con quello social e pubblico che resta diviso. L’unica incertezza è data dalla gratuità o meno del servizio dal momento che lo stesso Mark Zuckerberg non si è ancora espresso.

Come avverrà la scelta del partner? 

La selezione dei potenziali partners avverrà tramite interessi e amici in comune. Un’idea simile era stata anche sviluppata da Discover people, ossia provare un’interazione tra persone che avevano amicizie in comune.

Zuckerberg fa invece un ulteriore passo avanti nel settore del dating, e potendo contare su oltre 2 milioni di utenti in tutto il mondo diventa il principale concorrente di Match Group, azienda leader nel settore e proprietaria già di Okcupid e Tinder appunto. La nuova funzione sarà disponibile entro fine anno, ma restano da chiarire ancora alcuni punti importanti, quali limitazioni e contenuti.

Aggiornamento privacy

Lo scandalo Cambridge Analytica, che ha travolto il Colosso dei Social, ha lasciato le ferite ancora aperte e sul palco, in apertura dell’F8, il Ceo le ha elencate tutte: fake news, privacy violate, integrità delle elezioni politiche.

Una violazione grave della nostra fiducia” l’ha definita Zuckerberg ed è proprio per questo che si è pensato ad un nuovo servizio di tutela. Si chiama Clear History e grazie a lui “sarete in grado di vedere le informazioni riguardo alle app e ai siti web con cui avete interagito attraverso il vostro account e di cancellarle. Inoltre, potrete anche scegliere di disabilitare la collezione di questi dati attraverso il vostro profilo“.

Today at our F8 conference I'm going to discuss a new privacy control we're building called "Clear History". In your…

Gepostet von Mark Zuckerberg am Dienstag, 1. Mai 2018

Ma non saranno tutte rose e fiori, perché il Ceo spiega ancora come “la decisione di cancellare i cookie dal browser, può peggiorare parti dell’esperienza che avete online. Lo stesso accadrà in questo caso. Ma avrete la possibilità di scegliere” – conclude, il tutto in nome di una trasparenza con cui Zuckerberg spera di riacquistare la fiducia degli utenti.

La realtà virtuale: Oculus Go

Infine grandissimo apprezzamento per il nuovo regalo fatto dal fondatore di Facebook a tutti i partecipanti della conferenza. Un Oculus go, il visore di facebook che ambisce a rendere la realtà virtuale una possibilità per tutti, puntando al prezzo contenuto e alla facilità d’uso.

Oggi è disponibile già in due versioni da 32 giga a 219€ e da 64 giga a 269€. Il caschetto, per funzionare, non ha bisogno di essere connesso a nessun pc o smatphone, dato che contiene già al suo interno una serie di giochi e sarà possibile controllare il tutto tramite joystick annesso alla confezione.

Oltre ai giochi nei prossimi mesi verrà rilasciata un’app molto interessante, ovvero Oculus go TV, che potrebbe rivoluzionare il modo di guardare la tv. Tra i partner vanta già Netflix, Showtime ed Espn.

Pubblicato da Davide D'Aiuto

Laureato in Scienze dell'Informazione editoriale, pubblica e sociale, amo scrivere più di qualunque altra cosa al mondo. Il giornalismo è la mia vita. Quando non scrivo viaggio e scatto fotografie perché adoro scoprire il mondo e leggerlo come un libro.

Stoke City v Newcastle United – Premier League

Calciomercato Napoli, Benitez al posto di Sarri?

SnapTube

SnapTube: cos’è e come funziona la nuova app Android