Falsa Cittadinanza Italiana a Giocatori della Serie A: arresti a Napoli

In un Comune del napoletano venivano emesse false cittadinanze italiane, ad essere coinvolti anche dei giocatori militanti in Serie A. I carabinieri hanno effettuato due arresti

Morte Stefano Cucchi, Sospesi i Carabinieri accusati dell'Omicidio 1

Una falsa cittadinanza italiana in cambio di denaro. Questo è quanto emerge dalle indagini avviate dalla Procura di Nola e che hanno portato a due arresti a Napoli. Ad essere coinvolti anche giocatori della Serie A e dei massimi campionati francesi e portoghesi di nazionalità brasiliana.

Ciò che è emerso dalle indagini coordinate dalla Procura di Nola e seguite dai Carabinieri di Somma Vesuviana è che in un Comune della Provincia di Napoli, approfittando della propria posizione e della condizione o necessità dei malcapitati di ottenere la cittadinanza italiana, un responsabile dell’Ufficio di Stato Civile e il titolare di un’agenzia di disbrigo delle pratiche amministrative abbiano chiesto soldi a 300 cittadini di nazionalità brasiliana in cambio della suddetta cittadinanza. Questa veniva fatta acquisire per ius sanguinis pur non possedendo i requisiti, ovvero la presenza nel nucleo familiare di uno dei genitori nato nel Paese di cui si richiede la cittadinanza, in questo caso l’Italia. A usufruire di ciò anche alcuni giocatori della Serie A che, per questione di tesseramento, avevano bisogno di sbrigare in tempi brevi tali pratiche.

I due responsabili sono quindi stati arrestati dai Carabinieri di Castello di Cisterna con l’accusa di “corruzione, falsità ideologica e materiale commessa da Pubblico Ufficiale in atti pubblici e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina”.

Nata l'11 dicembre 1990 a Catania e laureata in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi della città etnea. Ho iniziato a scrivere un po' per gioco nel 2012. La mia materia prima è il calcio, occhio però... più che i tacchetti preferisco indossare il tacco 12! Adoro la musica e mi diletto ad armeggiare tra i fornelli. Il mio piatto forte? Chiedetelo ai "miei" assaggiatori...