Farmacie Emilia Romagna, Sciopero il 26 Gennaio 2017: quali restano aperte?

Ferragosto 2015: Farmacie di Turno a Milano

Le farmacie dell’Emilia Romagna domani, 26 gennaio 2017, rimarranno chiuse per via dello sciopero contro la distribuzione diretta dei farmaci in ospedale. Resteranno aperte nella fascia oraria della protesta, 8.30-12.00, solamente alcune farmacie di turno

Federfarma e la Regione Emilia Romagna non sono riusciti a trovare un punto di incontro e per tale ragione il sindacato dei titolari di farmacie private ha proclamato uno sciopero che si svolgerà giovedì 26 gennaio 2017 e vedrà coinvolte oltre un migliaio di farmacie: “Dopo mesi di trattative inutili, – ha fatto sapere Domenico Dal Re, presidente di Federfarma – abbiamo deciso di alzare la voce e informare i cittadini su questo tema”.

Quello che Federfarma lamenta è il mancato rispetto dell’accordo risalente al 26 ottobre 2014, siglato anche dalla Regione e da Assofarm, secondo il quale “la Asl acquista i farmaci, le farmacie li distribuiscono ai cittadini”. Vi sono invece dei medicinali, quali quelli utilizzati per contrastare diabete, epilessia, Parkinson, glaucoma e per le terapie post-trapianto, che vengono distribuiti direttamente negli ospedali, generando un doppio disagio. In questo modo infatti i pazienti sono costretti ad andare a ritirare il farmaco in un ospedale, che spesso si trova lontano dal loro paese di residenza, e le farmacia non sono in grado di fornire un servizio completo ai cittadini.

Stando all’accordo del 2014, questi farmaci, molto costosi tra l’altro, potrebbero essere distribuiti regolarmente dalle farmacie private ed è proprio per questo che è stato indetto lo sciopero. Domani, 26 gennaio 2017, dalle ore 8.30 alle ore 12.30 in Emilia Romagna gran parte delle farmacie rimarranno chiuse, faranno eccezione solamente quelle di turno.