Ferrero non è più Presidente della Sampdoria: Presidenza decaduta

Massimo Ferrero sarà costretto a lasciare la presidenza della Sampdoria.

Ferrero non è più Presidente della Sampdoria: Presidenza decaduta

Massimo Ferrero non è più il presidente della Sampdoria. La notizia può sembrare scioccante e sorprendente, ma era una cosa praticamente inevitabile. L’imprenditore, infatti, resta al comando del club doriano, in qualità di patron, ma non può più considerarsi il presidente della società con sede a Genova.

Ferrero lascia la presidenza della Sampdoria, perchè?

La FIGC ha considerato decaduta la presidenza di Ferrero a causa del crac Livingston, di proprietà del businessman romano, che ha patteggiato una condanna di 1 anno e 10 mesi con pena sospesa. Le Noif, infatti, sono categoriche: “Non possono assumere la carica di dirigente di società o di associazione, e se già in carica decadono, coloro che siano stati o vengono condannati con sentenza passata in giudicato a pene detentive superiori a un anno”.

Ferrero non è più il presidente della Sampdoria, chi al suo posto?

Ferrero resta dunque proprietario del club blucerchiato, ma dovrà nominare un altro presidente (forse lascerà l’incarico a un familiare o a un uomo di fiducia), figura che dovrà presenziare alle riunioni della Lega Serie A e che avrà altre importanti funzioni finora espletate dallo stesso patron, che però sarà libero di andare in tv nel dopo gara, nei quali riesce sempre a intavolare siparietti comici e grotteschi. Un’annata positiva per la sua squadra, sul quale questa decisione non influirà, visto che era ampiamente attese.

Condividi
Sono nato nel 1995 a Palermo e da qui mi piace raccontare storie dal mondo del calcio, del cinema e della musica, ma senza trascurare la mia città e le sue contraddizioni. Vero e proprio football addicted, per Newsly seguo il meglio del calcio e degli sport.