Fertility Day: Campagna di prevenzione accusata di razzismo

Fertility Day: Campagna di prevenzione accusata di razzismo

L’accusa sui social contro la campagna del governo per il Fertility Day

Domani, giovedì 22 settembre si celebra a livello mondiale il Fertility Day, la cui campagna di prevenzione per la sterilità e l’infertilità ha creato un fenomeno virale sul web. La campagna del governo annuncia nella locandina pubblicitaria e anche nell’opuscolo creato appositamente per il Fertility Day, un messaggio, che è stato considerato da molti quasi un inno e uno riferimento al razzismo. Vediamo nel dettaglio: Sul sito ufficiale del Ministero della Salute, Beatrice Lorenzin, fa riferimento alla campagna sopra indicata. Come è possibile vedere dalla brochure, i nuovi opuscoli trattano di «Stili di vita corretti», slogan che accompagna foto di due diversi stili di vita e di gioventù.

A tal proposito si scatena la polemica contro la campagna del governo e contro le immagini inserite. In primo piano si vedono giovani di età intorno ai 30 anni, sani, felici e sorridenti, in secondo piano è stata aggiunta un’immagine che ritrae altri giovani dallo stile di vita alternativo, che fumano e bevono. Il dato che ha suscitato scandalo è nello slogan “cattivi compagni da abbandonare”: la dicitura compare nella seconda immagine, quella che ritrae i ragazzi di colore. La polemica scatenata riguarda il presunto messaggio razzista relativo al Fertility Day.

 Fertility Day, la campagna del governo scatena le polemiche sui social

 Il ministero si difende così: «Il razzismo è negli occhi di chi guarda, noi pensiamo alla prevenzione. La bellezza non ha età. La fertilità sì».
Leggi anche:

Laureanda in Letterature Moderne Comparate per il Corso di Laurea in Filologia Moderna, ho diversi anni di esperienza presso testate giornalistiche online, blog culturali e magazine. Mi occupo di serie tv, cinema, letteratura e credo che la cultura l'unica strada che ci può rendere migliori. Ho scelto la scrittura come forma d'arte per cambiare il mondo