Cinema

Programma Completo Festa del Cinema di Roma 2019: tutti i film

Il programma della Festa del Cinema di Roma è quanto mai internazionale: mescola bene successi e nuove promesse.

Venerdì 4 Ottobre è stato presentato il programma completo della Festa del Cinema di Roma 2019, la rassegna di film internazionali che da anni ospita pellicole e importanti personaggi del mondo del cinema. Come già avevamo scritto nelle anticipazioni, quest’anno la Festa omaggia Greta Garbo, star del cinema il cui volto ha letteralmente colonizzato ogni angolo della città.

Il formato dello scorso anno è stato pienamente confermato se non allargato ad altri spazi aggregativi. Ci sarà anche quest’anno una ricca Selezione Ufficiale con la sezione parallela “Tutti ne parlano”, gli Incontri ravvicinati, Retrospettive, Omaggi e Restauri e la sezione parallela Alice nella città.

Festa del Cinema di Roma 2019: descrizione tutti i film della selezione ufficiale

I film proposti quest’anno sono espressione di diverse cinematografie, alcune pienamente dominanti come quella Hollywoodiana ed altre emergenti. Quest’anno, probabilmente, vedremo una festa meno pop rispetto alla passata edizione ma la qualità sarà comunque garantita.

Tutti i film italiani alla Festa del Cinema di Roma 2019

Pochi i film italiani in selezione, in particolare un film ed un documentario. Sarà presentato il nuovo documentario di Alessandro Piva, “Santa Subito”, una storia di fede, vita e dramma nella Bari degli anni ’80. Torna anche Riccardo Scamarcio con un cast italiano che include – tra gli altri – anche Massimo Popolizio: Guido Lombardi dirige “Il Ladro di Giorni” che si annuncia come un road movie tutto italiano.

A questi vi si dovrà aggiungere il film di chiusura del Festival, proiettato in genere il penultimo giorno. A chiudere questa edizione sarà Cristina Comencini con il suo “Tornare”, la storia di Alice nella Napoli degli anni Novanta.

Il cinema italiano avrà comunque spazio nella sezione dedicata agli omaggi ed ai restauri. Omaggiati quest’anno i grandi autori Piero Tosi, Gillo Pontecorvo (sarà presentata una versione restaurata di Kapò) e Zeffirelli. Nell’ambito dei restauri ci aspetta una nuova versione del Satyricon di Fellini, Il Mestiere delle Armi di Ermanno Olmi e Gruppo di Famiglia in un interno di Visconti.

satyricon-fellini-restauro

Selezione Ufficiale: cosa ci aspetta

Inutile dire che il film con più appeal del festival è indubbiamente The Irishman di Martin Scorsese, presentato in anteprima assoluta alla Festa. Dalla durata di 209 minuti impiega un cast spettacolare composto da Robert De Niro, Al Pacino e Joe Pesci, per l’occasione ringiovaniti e invecchiati con tecnica digitale. Il film tratta la storia della scomparsa di Jimmy Hoffa.

Altro film atteso sarà in apertura: Motherless Brooklyn è diretto e interpretato da Edward Norton e ha per sfondo la New York degli anni 50. Un investigatore affetto da Tourette indaga su un omicidio a lui molto caro. Nel cast anche Willem Dafoe e Bruce Willis.

motherless-brooklyn-festa-cinema

Tra gli altri saranno presentati alcuni documentari: in primis Pavarotti di Ron Howard che ripercorre la vita del cantante lirico con documenti inediti, e il film-testamento di Bruce Chatwin diretto dal maestro Werner Herzog. Vediamo infine quali saranno gli altri film in selezione.

Lista completa Selezione Ufficiale 2019

  • 438 Days, Jesper Ganslandt, film denuncia che segue le vicende di due giornalisti impegnati a far chiarezza su una storia di petrolio.
  • 1982, Oualid Mouaness, nel cast l’attrice-regista Nadine Labaki che racconta la storia della guerra tra Israele e Libano tramite gli occhi di un undicenne.
  • The Aeronauts, Tom Harper, altro film dedicato al viaggio, in questo caso un viaggio esplorativo compiuto nel lontano 1862.
  • Antigone, Sophie Deraspe, come l’omonimo personaggio della mitologia greca Antigone è intenzionata – in un contesto familiare difficile – a far prevalere il proprio senso della giustizia
  • Deux, Filippo Meneghetti, una storia d’amore tra due vicine di casa pensionate da tempo, intenzionate a nascondere il proprio segreto
  • Downtown Abbey, Michael Engler, la famosa serie televisiva diventa un lungometraggio pronto a far emozionare i fan della serie
  • Drowning, Melora Walters, una storia drammatica che rimarca il rapporto tra gli Stati Uniti e la guerra tramite gli occhi di una madre che vede il figlio partire per il fronte
  • The Farewell, Lulu Wang, una storia familiare a metà tra Cina e Stati Uniti
  • Happy Birthday, Cédric Kahn, con la bellissima Catherine Deneuve rimarca la leggenda del “figliuol prodigo”.
  • Honey Boy, Alma Har’el, con Shia Le Bouf rimarca la storia di un attore tra le mille difficoltà del mesitere
  • Hustlers, Lorene Scafaria, una storia tutta al femminile nel torbido mondo di Wall Street
  • Judy, Rupert Goold, cosa succede a Judy Garland dopo Il Mago di Oz? Fama mancata e tanta fragilità umana
  • Your Honor, Andres Puustusmaa, tra aule di tribunale e fantasmi passati, un giudice dovrà combattere contro le conseguenze delle sue sentenze
  • Le Meilleur reste a venir, Matthieu Delaporte, Alexandre de La Patellière
  • Military Waves, Peter Cattaneo
  • Mistify: Micheal Hutchence, Richard Lowenstein
  • On Air, Manno Lanssens
  • Rewind, Sasha Joseph Neulinger
  • Run with the Hunted, John Swab
  • Scary stories to tell in the dark, André Øvredal
  • Tantas Almas, Nicolás Rincón Gille
  • Trois Jours et un Vie, Nicolas Boukhrief
  • Vrba, Milcho Manchevski
  • Waves, Trey Edward Shults
  • Western Stars, Thom Zimny, Bruce Springsteen
  • Where’s my Roy Cohn, Matt Tyrnauer
  • Your Mum and Dad, Klaartje Quirijns

 

Matteo Squillante

Napoletano di nascita, attualmente vivo a Roma. Giornalista pubblicista, mi definisco idealista e sognatore studente di Storia e Culture Globali presso l'Università di Roma Tor Vergata. Osservatore silenzioso e spesso pedante della società attuale. Scrivo di ciò che mi interessa: principalmente politica, cinema e temi sociali.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close