Festival di Cannes 2017: Storia, Programmi e Premi

La storia, il programma e tutte le categorie dei premi dello storico Festival di Cannes.

Cannes 2017: Almodovar presidente di Giuria

Come ogni anno il Festival di Cannes, con una lunga ed interessante storia alle spalle, offre un vasto e ricco programma, con tante sezioni e categorie, per 11 giorni sulla Costa Azzurra dedicati interamente al grande cinema. Il programma prevede ovviamente una sezione per i migliori film, ma anche una sezione per registi emergenti, grandi classici, film fuori concorso ma degni di nota e molto altro. Cerchiamo di vedere quali sezioni fanno parte del festival per prepararci al meglio per i giorno dal 17 al 28 maggio. La giuria del Festival questo anno sarà presieduta dal regista, sceneggiatore e produttore Pedro Almodóvar.

Il Festival di Cannes 2017: origini e storia

Il Festival doveva nascere nel 1939 e svolgersi dal 1 al 30 settembre di quell’anno. Louis Lumière aveva già accettato nel giugno del ’39 di presiedere la giuria. A causa della dichiarazione di guerra della Francia e del Regno Unito alla Germania, il Festival fu interrotto dopo soli due giorni. Così il Festival di Cannes vedrà la luce soltanto nel 1946 per la prima volta: fu ideato da Jean Zay con il presupposto di creare un evento con cadenza annuale, come risposta alla Mostra del Cinema di Venezia, all’epoca troppo influenzato nella selezione dei film dal regime fascista italiano e quello nazista tedesco.

Il Festival, come auguratosi Jean Zay, divenne un appuntamento annuale del cinema internazionale con alcune eccezioni, quali il 1948 e il 1950, anni nei quali il Festival saltò a causa di motivi economici. Inoltre nel 1968, per esprimere l’appoggio agli scioperi e alle proteste degli studenti e degli operai, molti nomi della giuria si dimisero, quali ad esempio Monica Vitti, facendo così saltare il Festival.

Claudia Cardinale, Cannes 2017: è lei il volto del manifesto

Programma e sezioni del Festival di Cannes 2017

Il Festival di Cannes presenta ad oggi 5 categorie, ma non è stato fin dall’inizio così. Le categorie sono aumentate nel corso degli anni. Al momento ci sono: Selezione ufficiale, Cannes Classic, Settimana internazionale della critica, Quinzaine de Réalisateurs ed infine Short film corner.

  • Selezione ufficiale – In questa categoria ci sono i film in concorso e che possono davvero ambire a vincere la Palma d’oro. Parallela a questa categoria c’è la sezione Un certain Regard, che premia i film fuori concorso.
  • Cannes Classic – In questa categoria si ritrovano per l’appunto grandi classici, che hanno fatto al storia del cinema e versioni restaurate di grandi film. Quest’anno in onore dei 70 anni del Festival, ci saranno in questa sezione 16 film a partire dal 1946 al 1992, che hanno segnato particolarmente la storia del Festival.
  • Settimana internazionale della critica – Il Festival si propone non solo di festeggiare e giudicare pietre miliari del cinema, ma di dare visibilità e possibilità a giovani ed emergenti talenti, grazie a questa categoria dedicata proprio a loro.
  • Quinzaine de Réalisateurs – Questa sezione dà spazio a pellicole all’avanguardia e sperimentali. Fu introdotta a Cannes 1969, dopo i movimenti del ’68 francese.
  • Short film corner – Come il nome già preannuncia, questa è la sezione dedicata ai cortometraggi.

I Premi del Festival di Cannes

  • Palma d’oro – Miglior film
  • Il Grand Prix Speciale della Giuria – Al film più originale
  • Prix d’interprétation féminine – Premio per la migliore attrice
  • Prix d’interprétation masculine – Premio al miglior attore
  • Prix de la mise en scène – Premio per il miglior regista
  • Prix du scénario – Premio per la migliore sceneggiatura
  • Premio della giuria – Premio assegnato dalla giuria di Cannes
  • Palma d’oro del cortometraggio – Premio per il migliore cortometraggio
  • Premio della giuria del cortometraggio – Premio della giuria al cortometraggio che più l’ha colpita
  • Camera d’or – Premio per la migliore opera prima
  • Prix Un certain regard – Per il miglior film nella sezione Un certain regard
  • Palme d’honneur – Palma d’oro alla carriera. Quest’ultimo premio fu introdotto per la prima volta nel 2011, quando fu assegnato al regista italiano Bernardo Bertolucci, in onore della sua carriera.

Laureata in Filosofia, sta per concludere la sua seconda laurea magistrale in Studi teatrali e del cinema alla Ludwig-Maximilians-Universität, di Monaco di Baviera. Originaria di Roma, ha vissuto a Berlino, Monaco e Parigi, dove ha studiato all’università Sorbonne. Appassionata di cinema, teatro, spettacolo e storia dell’arte. Nella scrittura unisce la riflessione teorica appresa dalla filosofia e l’amore per le arti.