Giro d’Italia 2017, Etna: Vincitore e Classifica Quarta Tappa

Lo sloveno Polanc anticipa i big, Jungels nuova maglia rosa

La quarta tappa del Giro d’Italia non rispetta le aspettative degli appassionati. Ad arrivare per primo sul traguardo dell’Etna è Jan Polanc (UAE Fly Emirates), che corona la fuga del mattino con uno splendido assolo. Alle sue spalle si piazza Ilnur Zakarin (Katusha-Alpecin), autore di un attacco nel finale, mentre Geraint Thomas (Team Sky) regola il gruppo degli uomini di classifica. Bob Jungels (Quick-Step Floors) è la nuova maglia rosa.

L’altimetria della tappa sulla bici di uno dei corridori

Giro d’Italia 2017, quarta tappa: sintesi

La quarta tappa è alimentata da una fuga prematura, con Polanc, Eugenio Alafaci (Trek-Segafredo), Janse Van Rensburg (Dimension Data) e Pavel Brutt (GazProm RusVelo) che evadono dal gruppo. I quattro raggiungono un vantaggio massimo superiore agli otto minuti. La durezza della frazione fa selezione, con Alafaci e Brutt che perdono contatto prima ancora dell’ultima salita.

La maglia ciclamino Andrè Greipel poco prima della partenza

Ai piedi dell’Etna una caduta di gruppo coinvolge Zakarin e Steven Kruijswijk (Team Lotto NL-Jumbo), che però riescono a rientrare scortati dai compagni. Sulle prime rampe Polanc stacca Van Rensburg, rimanendo solo al comando. Dal gruppo provano a evadere diversi corridori: il primo è Paolo Tiralongo (Astana), il cui tentativo non dura a lungo.

A una decina di chilometri dall’arrivo parte Pierre Rolland (Cannondale-Drapac), su cui Pello Bilbao (Astana) prova a riportarsi senza successo. Ripreso lo spagnolo, provano l’allungo Franco Pellizotti (Bahrain-Merida) e Winner Anacona (Movistar), che però non restano in avanscoperta a lungo. Intanto una foratura fa perdere terreno a Mikel Landa Meana (Team Sky), che però rientra grazie all’aiuto del compagno Philip Deignan.

Ripreso Rolland, un’accelerazione del gruppo porta il vantaggio di Polanc sotto i due minuti. Poco dopo ci prova Jesper Hansen (Astana), approfittando di un rallentamento. A tre chilometri dall’arrivo attacca Vincenzo Nibali (Bahrain-Merida), che riprende e salta il danese. Il gruppo però non lascia spazio e rientra rapidamente. Con i big che si guardano in faccia, Tom Dumoulin (Team Sunweb) allunga, ma Thomas e Zakarin bloccano l’azione. Il russo coglie un attimo di studio per avvantaggiarsi, scavando un buon margine.

L’allungo di Zakarin non gli permette di rientrare su Polanc, che taglia per primo il traguardo e veste la maglia azzurra. Dietro al corridore il gruppo dei big, regolato da Thomas e Thibaut Pinot (FDJ). Bob Jungels è la nuova maglia rosa davanti al britannico del Team Sky.

Vincenzo Nibali alla partenza di questa mattina

Quarta tappa Giro d’Italia 2017: classifica

  1. Jan Polanc (Slo) 4h55’58”
  2. Ilnur Zakarin (Rus) a 19″
  3. Geraint Thomas (Gbr) a 29″
  4. Thibaut Pinot (Fra) s. t.
  5. Dario Cataldo (Ita) s. t.
  6. Tom Dumoulin (Ned) s. t.
  7. Bob Jungels (Lux) s. t.
  8. Adam Yates (Gbr) s. t.
  9. Bauke Mollema (Ned) s. t.
  10. Vincenzo Nibali (Ita) s. t.
  11. Nairo Quintana (Col) s. t.
  12. Simone Petilli (Ita) s. t.
  13. Domenico Pozzovivo (Ita) s. t.
  14. Pierre Rolland (Fra) s. t.
  15. Tejay Van Garderen (Usa) s. t.
Vincenzo Nibali alla partenza di Cefalù

Quarta tappa Giro d’Italia 2017: classifica generale

  1. Bob Jungels (Lux) 19h41’56”
  2. Geraint Thomas (Gbr) a 6″
  3. Adam Yates (Gbr) a 10″
  4. Vincenzo Nibali (Ita) s. t.
  5. Domenico Pozzovivo (Ita) s. t.
  6. Nairo Quintana (Col) s. t.
  7. Tom Dumoulin (Ned) s. t.
  8. Bauke Mollema (Ned) s. t.
  9. Mikel Landa (Esp) s. t.
  10. Thibaut Pinot (Fra) s. t.
  11. Tejay Van Garderen (Usa) s. t.
  12. Andrey Amador (Crc) s. t.
  13. Davide Formolo (Ita) s. t.
  14. Ilnur Zakarin (Rus) a 14″
  15. Steven Kruijswijk (Ned) a 23″