Giro d’Italia 2017, Bormio: Orario, Percorso e Favoriti Sedicesima Tappa

Mortirolo e doppio Stelvio in una frazione da paura, adatta ai migliori scalatori

La sedicesima tappa del Giro d'Italia, con arrivo a Bormio
La sedicesima tappa del Giro d'Italia, con arrivo a Bormio

La terza settimana del Giro d’Italia 2017 si apre con i fuochi d’artificio. La sedicesima tappa con arrivo a Bormio prevede tre salite di prima categoria, tutte scalate storiche della corsa rosa. I migliori scalatori saranno chiamati in causa, nella speranza di guadagnare terreno sui cronoman. Newsly.it analizza la frazione con percorso, favoriti e orario.

Giro d’Italia 2017, Bormio: percorso sedicesima tappa

Da Rovetta a Bormio sono ben 222 i chilometri in programma, la maggior parte davvero impegnativi. Dopo 60 km si arriva ai piedi del Mortirolo, la montagna Scarponi della centesima edizione del Giro d’Italia. I 12,6 km all’8% medio faranno la prima selezione in gruppo e metteranno fatica nelle gambe dei favoriti.

Dopo una discesa e qualche chilometro di falsopiano, i corridori si portano ai piedi dello Stelvio. La prima scalata è sul versante di Stilfserjoch, 21,7 km al 7% circa di pendenza media con tratti molto irregolari. La salita è la cima Coppi di quest’edizione, arrivando a quota 2758 metri. Il meteo sarà una variante da tenere in considerazione.

Altra lunga discesa per affrontare di nuovo lo Stelvio, questa volta verso il Giogo di Santa Maria. Qui le pendenze sono più regolari e si aggirano tra l’8 e il 9% (con punte al 12%) per tutti i 13,450 km di ascesa. Lo scollinamento è posto a circa 20 km dal traguardo: da lì a Bormio sarà una lunga picchiata tra i superstiti. L’ultimo chilometro è in pianura e leggero falsopiano.

La sedicesima tappa del Giro d'Italia, con arrivo a Bormio
La sedicesima tappa del Giro d’Italia, con arrivo a Bormio

 Giro d’Italia 2017, Bormio: favoriti sedicesima tappa

Come si può intuire dall’altimetria, a Bormio vincerà uno scalatore. Il favorito è quindi Nairo Quintana (Movistar), già dominatore sul Blockhaus e desideroso di guadagnare terreno in classifica. Il suo rivale principale dovrebbe essere Vincenzo Nibali (Bahrain-Merida), sempre in crescita nella terza settimana e ottimo discesista. L’arrivo è perfetto per le sue qualità.

Autore di prestazioni altalenanti, Thibaut Pinot (FDJ) può trovare pane per i suoi denti nel primo tappone alpino. Tra gli scalatori puri il francese è anche dotato dello spunto migliore, in caso di arrivo in volata. Da non sottovalutare il ruolo di Adam Yates (Orica Scott), in netta crescita in salita e brillante in discesa.

E’ invece lecito nutrire dubbi sugli altri uomini di classifica. Tom Dumoulin (Team Sunweb) penserà più che altro a difendere la maglia rosa, in una frazione non adatta a lui. Difficile ripetere l’exploit di Oropa su un terreno molto diverso. Stesso discorso per Bob Jungels (Quick-Step Floors), che per di più ha mostrato grossi limiti sia sul Blockhaus sia in Piemonte.

Sono buoni scalatori invece Domenico Pozzovivo (AG2R La Mondiale) e Bauke Mollema (Trek-Segafredo), che però in genere calano nella terza settimana. Interessanti anche i nomi di Ilnur Zakarin (Team Katusha) e Steven Kruijswijk (Team Lotto NL-Jumbo). Entrambi sono a loro agio su percorsi del genere, ma in discesa rischiano di perdere tanto terreno. In caso di attendismo, potrebbero provarci Davide Formolo (Cannondale-Drapac) e Andrey Amador (Movistar). Quest’ultimo correrà in appoggio a Quintana, ma potrebbe sfruttare la situazione a suo vantaggio.

In caso di fuga da lontano, i più indiziati sono gli scalatori fuori classifica. Mikel Landa Meana (Team Sky), Pierre Rolland (Cannondale-Drapac), Omar Fraile (Dimension Data), Patrick Konrad (Bora-Hansgrohe) e Tejay Van Garderen (BMC) sono forse i più attrezzati a rispondere a un eventuale forcing del gruppo.

Giro d’Italia 2017, Bormio: orario sedicesima tappa

La sedicesima tappa prenderà il via da Rovetta alle 10.25. Il trasferimento verso Cerete Basso richiederà circa un quarto d’ora, e alle 10.40 partirà ufficialmente la frazione. Il gruppo dovrebbe arrivare ai piedi dell’ultima salita tra le 15.48 e le 16.31, per poi giungere a Bormio tra le 16.47 e le 17.40.