Giulia Alfa Romeo 2015, una nuova sfida Made in Italy

Presentata ed ammirata il 24 giugno 2015, 105 anni dopo la nascita della casa automobilistica lombarda, al Museo Storico Alfa Romeo di Arese, la nuova Alfa Romeo Giulia sfida la concorrenza riprendendo la grande tradizione Made in Italy dell’Alfa. Piacevole e grintosa da guidare conquisterà il vecchio e il nuovo pubblico Alfa. Sulla gamma completa della nuova vettura verranno allestiti motori sportivi e soprattutto il 6 cilindri turbo della Quadrifoglio sviluppato con Ferrari. Non mancheranno varianti 4WD per chi non vuole rinunciare ad una scarica di adrenalina.

La nuova Giulia punta tutto sulle emozioni affascinando il pubblico con  le sue forme, la trazione posteriore e motori più moderni e potenti della storia del Biscione. La trazione posteriore regala molteplici vantaggi rispetto al’anteriore. Infatti il volante segue di pari passo il volere del pilota con maggior controllo sulla vettura. Avere il motore longitudinalmente permette una buona distribuzione delle masse garantendo un equilibrio sia sul lato frontale che laterale. Le sospensioni anteriori a doppio braccio oscillante sono progettate per creare un ottimo rapporto tra l’umano e l’attrito dell’asfalto.

Un equo utilizzo dell’alluminio per renderla leggera, costituendo gran parte della struttura di sospensioni, porte, parafanghi, motori e molto altro. Ma i progettisti non si sono fermati qui, esaltando l’elettronica con un sistema elettromeccanico inserendo l’Integrated Brake System che unisce il funzionamento del controllo di stabilità con il servofreno. Per la produzione bisogna ancora attendere qualche mese ma le aspettative sono più che buone d’altronde si parla anche di un ritorno all’orario di lavoro pieno con versamento totale dello stipendio per tutti i dipendenti.