Golden State-Cleveland 108-109 Video Highlights e Sintesi (NBA 2016-17)

Golden State-Cleveland 108-109 Video Highlights e Sintesi (NBA 2016-17)
Vota questa notizia

Un Natale targato NBA con il big match attesissimo Golden State Warriors-Cleveland Cavaliers, che termina con un incredibile 108-109 al termine di 48′ da urlo: in basso video, highlights e sintesi di questa partita di regular season 2016-17.

Alla Quicken Loans Arena di Cleveland, dopo una sfida intensa, quasi sempre sul filo di lana e con Golden State avanti per almeno tre quarti di gara, alla fine sono i Cavaliers a spuntarla in un finale intenso e ricco di giocate da finale play off. Un solo punto a dividere le due squadre, giusto così per quello che si è visto. Primo quarto in estrema parità: i padroni di casa tengono botta ai Warriors, leader indiscussi in Western Conference. Si va al primo time out sul risultato di 8-8, poi si scatenano Durant e LeBron con una sfida dentro la sfida a suon di schiacciate, con gli ospiti che si portano sul massimo vantaggio a 20-14, prima di subire la rimonta Cleveland che si riporta a distanza di tiro e poi in parità da lunetta con Shumpert, Ci pensa Thompson sul filo di lana e sul suono della sirena a rimettere la freccia per il definitivo 27-25 della prima frazione di gioco.

Secondo quarto, se possibile, ancor più equilibrato del primo: Golden State trova la prima tripla del match solo dopo quasi 13′ di gioco, col gran tiro di Klay, poi ci pensano Green e Thompson ad arrotondare il punteggio in favore degli ospiti: 40-32 il parziale a metà secondo quarto, che diventa un pesante 49-38 con Livingston che non sbaglia i suoi tiri liberi e Green che metto a segno un canestro pazzesco. Nel finale di frazione si accende LeBron e praticamente da solo riporta Cavs in parità a quota 50. Reazione veemente dei Warriors, che con Pachulia e Durant tornano a +5, prima del canestro da due punti di LeBron (che prima di mettere a segno si rende protagonista di una stoppata incredibile su Pachulia) che fissa il parziale dopo la prima metà di gara sul 55-52.

Lunga pausa e poi terzo quarto. Curry continua a essere un vero e proprio fantasma, così ci pensano Durant e Klay a tenere sempre avanti gli ospiti. Love e LeBron, invece, con triple d’autore tengono a distanza di tiro i Cavaliers. Nel cuore della terza frazione è un continuo botta e risposta che vede comunque i Warriors sempre in vantaggio. Klay è scatenato e mette a segno due triple a distanza di poco tempo, permettendo a Golden State di allungare prima sul 79-75, poi con una super schiacciata di Durant sull’87-79 a 30″ dalla sirena. Ultimo punto per i Cavs, col tiro libero di LeBron (che ne sbaglia anche uno) per il parziale che dice 87-80 e un ultimo quarto tutto da vivere.

Il match, a questo punto, diventa entusiasmante e i ritmi sembrano quelli della post season. Più che il remake di gara-7 degli scorsi play off, col trionfo Cavaliers proprio sui Warriors, sembra proprio gara-7 per l’intensità messa in campo dai quintetti, nonostante si tratti solo di una sfida di regular season. Si arriva a 94-80, massimo vantaggio Golden State e show assoluto di Durant: finita qui? Neanche per sogno. L’Irving che conosciamo si materializza in campo e prende per mano i suoi con LeBron a rifiatare in panca: si passa sul 95-91, merito della tripla del numero 3 dei padroni di casa e della prova davvero sottotono di Curry che con un fallo evitabile manda Jefferson dalla lunetta. Tutto può succedere, ora. 101-97, palla a Jefferson che mette a segno una schiacciata bellissima. 103-99 al time out, poi King James decide di mandare in visibilio l’Arena: due schiacciate per portare il punteggio sul 103-103, poi il sorpasso con un altro volo di rabbia e classe.

Si materializza Curry e a un minuto e mezzo dalla fine mette una tripla che porta il punteggio sul 108-105. Irving recupera dopo un’azione di contropiede dei Warriors e sigla il 108-107, poi pasticcio offensivo Golden State che regala agli avversari un’ultima azione con 13 secondi da giocare. La difesa ospite decide di tentare con blocchi preventivi e pressione alta, che ingabbiano il quintetto dei Cavs, ma non il fenomeno Irving, che da terra, con una traiettoria quasi impossibile, timbra il clamoroso 108-109 finale. Ultimi tre secondi dove i Warriors (anche con qualche polemica) non riescono nemmeno ad andare al tiro: è trionfo Cavaliers al cardiopalma, la magia del Natale tocca anche Cleveland.

GOLDENS STATE WARRIORS-CLEVELAND CAVALIERS 108-109, GLI HIGHLIGHTS

Condividi
Sono nato e vivo a Palermo dal 1995, da sempre mi appassionano gli sport e il cinema. Per Newsly racconto il meglio del calcio e le notizie dal mondo dello sport e dei nuovi media.